/ Eventi

Eventi | 06 marzo 2019, 09:40

Prosegue con successo il primo Festival della Cucina con i fiori, con la seconda giornata

Alle 17.30 ‘I Fiori nel piatto’, di Gianfranco Calidonna e show cooking della chef Clelia Vivalda.

Prosegue con successo il primo Festival della Cucina con i fiori, con la seconda giornata

Dopo il grande successo di pubblico della prima giornata prosegue oggi il festival dedicato alla cucina con i fiori, che propone degustazioni e incontri con chef, aziende, giornalisti e operatori del settore nella splendida cornice di Villa Ormond di Sanremo.

Alle 16.30 ‘Si parla di hobby anche qui’, una dimostrazione floreale di Anna Barbaglia e Carla Barbaglia, insegnanti, dimostratrici e giudici internazionali dell'EDFA di Savona. Alle 17.30 la presentazione del libro ‘Fiori nel piatto’ dello chef Gianfranco Calidonna e show cooking con Clelia Vivalda del ristorante ‘Arte e Querce’ di Monchiero (Cn) con fiori messi a disposizione dall’azienda ‘Ravera Bio’ di Albenga. Conduce l’incontro il giornalista Roberto Pisani. Aperitivo con spumanti Acquesi della cantina Cuvage di Acqui Terme.

Domani ultima giornata del festival ed il programma propone: alle 16 ‘Fiori e fornelli’, dimostrazione floreale di Paola Zattera Dagnino, insegnante, dimostratrice e giudice internazionale dell'EDFA di Genova. Alle 17 la presentazione del progetto ‘Antea’, a cura di Crea Sanremo. Alle 17.30 show cooking di Rosa D’Agostino del ristorante Gin di Castelbianco e Cinzia Chiappori dell’Osteria del Tempo stretto di Albenga con fiori messi a disposizione da Ravera Bio. Conduce l’incontro il giornalista Stefano Pezzini. Aperitivo con spumanti Acquesi della cantina Cuvage di Acqui Terme.

L’evento è promosso da Fondazione Villa Ormond, Garden Club Sanremo, Associazione Ristoranti Tavolozza, AIFB – Tre Civette sul comò foodblog, Edizioni Zem Vallecrosia e Crea Sanremo con sponsor tecnico l’azienda Ravera Bio di Albenga. “Siamo molto contenti del successo della prima giornata – spiega l'ideatore Claudio Porchia – la manifestazione continua a crescere di interesse fuori dai confini locali con richieste di partecipazione e di collaborazioni anche da altre regioni, confermando il carattere nazionale di questo festival, che ieri ha attirato anche ospiti dalla vicina Francia e da Monaco. Sanremo ed il ponente ligure può vantare da anni una vera e proprio scuola di chef che usano i fiori nelle loro preparazioni oltre ad aver auto la fortuna di aver avuto un personaggio straordinario come Libereso Guglielmi che per oltre 20 anni si è dedicato alla promozione dell’utilizzo dei fiori e delle erbe spontanee in cucina.. L’interesse per i fiori, intesi come un ingrediente principale della preparazione e non come semplice abbellimento della presentazione del piatto, premia Sanremo e in particolare Villa Ormond  che si conferma la capitale della cucina con  fiori”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium