/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 22 febbraio 2019, 20:03

Imperia: porta a porta, il Sindaco Scajola fornisce i primi dati "Differenziata dal 36 al 43,98%"

Nel corso degli interventi sulla discussione dedicata al porta a porta i consiglieri di opposizione hanno ricordato le numerose problematiche riscontrate dai cittadini

Imperia: porta a porta, il Sindaco Scajola fornisce i primi dati "Differenziata dal 36 al 43,98%"

La percentuale di differenziata è salita, nei primi ventidue giorni di porta a porta, dal 36% al 43,98%”. Lo ha detto il Sindaco Claudio Scajola intervenuto in chiusura della discussione in Consiglio Comunale sull’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti promossa dalla capogruppo M5S Maria Nella Ponte e sottoscritta dalla minoranza.

Nel corso degli interventi i consiglieri di opposizione hanno ricordato le numerose problematiche riscontrate dai cittadini, su tutti il mancato ritiro dei rifiuti con la conseguenza di ritrovarsi con alcune zone della città invase dalla spazzatura. Apprensione è stata espressa anche per i lavoratori di Teknoservice spesso “Non in condizioni di lavorare”, ha sottolineato Ponte, denunciando anche di aver saputo di un dipendente costretto a un turno di 24 ore.

Il capogruppo di Imperia al Centro Guido Abbo ha ricordato all’amministrazione la propria contrarietà all’affidamento del servizio a Teknoservice e alla preparazione di una gara. “Un servizio in house avrebbe garantito un maggior controllo nel processo di avvio al porta a porta, anche in termini di trasparenza”, ha detto. Abbo ha sottolineato anche l’incidenza che avrà il costo del porta a porta sulla bolletta della Tari dovuto al costo per lo smaltimento in discarica unito al costo del conferimento.

Critiche anche da Imperia al Centro che aveva chiesto al Sindaco di posticipare l’avvio del porta a porta e dal Pd che con il suo capogruppo Fabrizio Risso ha sottolineato la mancanza di informazioni alla cittadinanza.

Chiedono pazienza Sindaco e consiglieri di maggioranza. Nel suo intervento Scajola ha rivendicato le scelte assumendosene la responsabilità, pur chiarendo di averle prese dopo aver consultato alcuni esperti e confrontandosi con i sindaci di altre città, come Milano e la vicina Sanremo che ha avviato il porta a porta circa un anno fa affidandolo alla partecipata Amaie.

(Sotto tutte le notizie sul Consiglio comunale di oggi)

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium