/ POLITICA

POLITICA | 20 febbraio 2019, 07:25

Sanremo: Robaldo sulle dichiarazioni di Lombardi "Come fanno a ridurre la Tari del 25% lo decide la Idroedil?"

"Se come dice e non lo metto in dubbio, vuole il bene di Sanremo e dei suoi cittadini, perché non lo poteva fare prima? Perché c’era Biancheri? E quindi, nell’ottica di una politica che va avanti da anni ovunque in Italia, mai permettere all’avversario di fare bella figura ma possibilmente denigrarlo a costo di dire falsità su qualsiasi cosa?”

Sanremo: Robaldo sulle dichiarazioni di Lombardi "Come fanno a ridurre la Tari del 25% lo decide la Idroedil?"

Intervento del Consigliere comunale del Pd, Mario Robaldo, dopo il dibattito di ieri sera, organizzato dal nostro giornale, tra i consiglieri Luca Lombardi e Giuseppe Faraldi.

“Tralascio il commento sulla prima parte – dice Robaldo – nel qualeil Consigliere Lombardi si è prodigato a fare un discorso politico incentrato sul PD di Sanremo (forse avendo pochi argomenti) con chi, essendo un esponente della società civile, poco conosceva i retroscena del partito degli ultimi anni e quindi il Lombardi, ha avuto vita facile a dire cose non corrispondenti al vero e a lanciarsi addirittura nella difesa accorata di Leandro Faraldi, dopo che in consiglio lo hanno sempre denigrato ed attaccato pesantemente. A riguardo di questi argomenti, sarebbe opportuno che se ne parlasse con gli esponenti di partito che conoscono la realtà dei fatti e potranno rispondere anche alla domanda ‘cosa ha fatto il PD in questi anni?’ Vorrei invece riprendere l’unico argomento che è stato affrontato con apparente cognizione di causa: i rifiuti”.

“Dopo essere stato smentito in maniera inappellabile – prosegue Robaldo - con dati oggettivi, dal consigliere Faraldi sui valori della Tarsu che non è aumentata, ma è diminuita negli ultimi due anni (tranne nelle zone alte, dove faccio un mea culpa personale per non aver capito la vera entità del provvedimento, al quale però abbiamo messo mano per rimodulare le bollette) ha fatto una affermazione a dir poco sorprendente ‘con noi la Tarsu si abbasserà del 25%... 25 %? Non ci ho dormito… tanto che ho iniziato a ragionare sul come sarebbe possibile. Dunque, se la Tarsu è formata dal costo dello spazzamento e raccolta più il costo della discarica, le possibilità sono:
- l’abbassamento del costo del personale addetto a pulire e raccogliere i rifiuti, quindi riducendolo di fatto gli addetti
- la riduzione del costo della discarica
- entrambe le cose”.

“Non sono un esperto – prosegue Robaldo - ma non vedo altre soluzioni. Allora mi chiedo: dopo aver portato il personale dell’ex Aimeri in comune per fare loro da paladini contro l’ipotetico pericolo di non essere valorizzati da questa amministrazione che, non solo ha garantito loro la continuità del lavoro e degli stipendi ma grazie alla differenziata ha permesso nuove assunzioni, state pensando di tagliare sui costi del personale? (Motivo per cui la Tarsu non si è abbassata più di tanto nonostante le migliaia di tonnellate in meno conferite in discarica, ma in un paese dove scarseggia il lavoro, penso sia stata una scelta saggia). L’altra variabile è il costo della discarica… e allora mi chiedo: Sarà l’attuale amministratore delegato di Idroedil, nonchè candidato sindaco, a far abbassare i costi a tonnellata dei rifiuti, visto che del biodigestore non si vede traccia? Se fosse così, la domanda sarebbe: ma se come dice e non lo metto in dubbio, vuole il bene di Sanremo e dei suoi cittadini, perché non lo poteva fare prima? Perché c’era Biancheri? E quindi, nell’ottica di una politica che va avanti da anni ovunque in Italia, mai permettere all’avversario di fare bella figura ma possibilmente denigrarlo a costo di dire falsità su qualsiasi cosa?”

“Spero non sia così anche questa volta – termina Robaldo - anche se i segnali da tempo indicano il contrario, spero che la campagna elettorale sia combattuta sui problemi che ha ancora il comune di Sanremo, perché non interessano a nessuno le beghe politiche, interessano le soluzioni e se sono condivise meglio per tutti”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium