/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 19 febbraio 2019, 17:10

Sanremo: appalto Aimeri, sentiti tutti i teste al processo per frode in pubbliche forniture

Questa mattina, con le audizioni degli ultimi testimoni della difesa si è conclusa la fase dibattimentale

Sanremo: appalto Aimeri, sentiti tutti i teste al processo per frode in pubbliche forniture

Entra nel vivo il processo per frode in pubbliche forniture a carico dell’ex responsabile del settore igiene urbana del Comune di Sanremo Stefano Burlando, dell’ex capo tecnico dell’igiene urbana diventato capo area di Aimeri Luciano Crespi, di Giovanni Punzo, diventato capo tecnico dell’ufficio comunale dopo il passaggio di Crespi ad Aimeri, e dei capi cantiere Pietro Iriti e Giuseppe Di Pierantonio.

Questa mattina, con le audizioni degli ultimi testimoni della difesa si è conclusa la fase dibattimentale. Il Collegio di giudici presieduto da Donatella Aschero ha rinviato al 2 aprile quando si aprirà la discussione. Sarà il Pm Antonella Politi al termine della sua requisitoria a pronunciare le richieste di pena per gli imputati.

Il processo, ricordiamo, riguarda un appalto per la raccolta dei rifiuti affidato ad Aimeri. L’indagine nasce nel 2012 quando, come ha ricostruito l’Ispettore della Squadra Mobile Pierangelo Bernacchia, un dipendente Aimeri avrebbe dichiarato alle autorità possibili irregolarità riguardanti il contratto d’appalto.

In particolare, secondo l’accusa i mezzi di Aimeri destinati alla raccolta rifiuti a Sanremo, erano in realtà utilizzati anche ad altri comuni: Ceriana, Arma di Taggia e Riva Ligure. Sui camion venivano incollati degli adesivi con i nomi delle altre città, coprendo la scritta ‘Comune di Sanremo’. Gli imputati, secondo i giudici, non avrebbero vigilato sulla regolarità dell’appalto.

Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Alessandro Mager (Crespi e Iriti e Di Pierantonio), Eugenio Aluffi (Burlando) e Roberto Trevia (Punzo). Il Comune di Sanremo si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Alessandro Vaccaro. Parte civile rappresentata anche dall'ex capo cantiere Leonardo Di Giorgio, assistito dall'avvocato Maria Josè Sciortino.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium