/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 19 febbraio 2019, 18:13

Il sous-chef dianese Giuliano Sperandio premiato con Christophe Pelé ai World Restaurant Awards

Nel 2007 lo stesso Sperandio aveva vinto la palma come cuoco emergente. Un talento che dunque si conferma a distanza di 12 anni e che ha la sua origine nel golfo ligure

Giuliano Sperandio con Christophe Pelé, foto da The World Restaurant Awards

Giuliano Sperandio con Christophe Pelé, foto da The World Restaurant Awards

Nuovo importante riconoscimento internazionale per il cuoco dianese Giuliano Sperandio, sous-chef del francese Christophe Pelé.

I due, in attività al prestigioso ristorante parigino Le Clarence, hanno infatti vinto l'ambito premio "Original Thinking", dedicato a "chi eccelle dal punto di vista della creatività e dell’espressione artistica", ai The World Restaurant Awards, andati in scena ieri sera a Parigi.

Sperandio, originario di Diano Roncagli frazione di Diano San Pietro, ha 37 anni. Da circa quattro lavora al Le Clarence con Pelé, la collaborazione tra i due dura da lungo tempo. Insieme hanno conquistato due stelle Michelin al ristorante La Bigarrade, chiuso nel 2012.

Nel 2007 lo stesso Sperandio aveva vinto la palma come cuoco emergente. Un talento che dunque si conferma a distanza di 12 anni e che ha la sua origine nel golfo ligure.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium