/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 16 febbraio 2019, 07:11

L'auto dove la metto? Un'indagine su Taggia. Vi diciamo quanti sono (e dove) i posti gratuiti e quelli a pagamento

“Non c'è più un parcheggio gratuito!”. A chi non è capitato di pensarlo mentre si è alla guida di un'auto, alla ricerca del posteggio e magari a pochi minuti da un appuntamento?

L'auto dove la metto? Un'indagine su Taggia. Vi diciamo quanti sono (e dove) i posti gratuiti e quelli a pagamento

“Non c'è più un parcheggio gratuito!”. A chi non è capitato di pensarlo mentre si è alla guida di un'auto, alla ricerca del posteggio e magari a pochi minuti da un appuntamento? La questione del rapporto tra parcheggi con strisce blu, quindi a pagamento e quelli bianchi, gratuiti, da tempo tiene banco su Taggia. I posteggi sono un argomento 'caldo' dal centro storico alla costa armese. Una criticità che viene ravvisata soprattutto con l'arrivo dei turisti.

Veniamo alla domanda, a Taggia ci sono ancora posteggi gratuiti? Sì, ci sono. Per essere precisi sulla sola Taggia, abbiamo 375 posti con strisce bianche (11 di questi sono a disco orario) e 167 con strisce blu. A questo punto vi starete chiedendo dove siano tutti questi parcheggi non a pagamento.

Ecco, alcune delle aree con la più alta concentrazione di strisce bianche: il parcheggio dietro Piazza IV novembre ne ha ben 28; via Bracco, 22; parcheggio Santa Lucia, 46; via Mameli con 32; lungo Argentina, 42; il piano esterno del Quartè, 34; il parcheggio del Cimitero, 90. Ci sono anche diverse zone con posteggi non tracciati, aree dove i cittadini abitualmente parcheggiano pur non essendoci stalli delimitati, nella sola zona di San Martino se ne contano almeno 160! La maggiore concentrazione di strisce blu è nel centro cittadino, con via Mazzini ed i suoi 29 posti, insieme alla maggior parte delle viuzze ad essa collegate.

Com'è la situazione su Levà? Qua non ci sono posteggi a pagamento ma solo strisce bianche sono ben 248 i posti auto, più oltre una decina quelli non tracciati. Potrebbero sembrare pochi. In effetti, il numero aumenta vertiginosamente se andiamo a sommare tutte le aree dei centri commerciali, dei singoli supermercati, delle case popolari, del municipio, della zona delle ex caserme: per un totale di 412 posti auto in più. In più, sempre in queste aree, se ne possono aggiungere almeno altri 45, non tracciati.

Ora, veniamo ad Arma di Taggia, considerata da molti il luogo dell'emergenza parcheggi. Partiamo dai numeri: 204 a strisce blu; 717 a strisce bianche; 83 non tracciati.

Dove si trovano molti di questi posteggi non a pagamento? Provate a cercare su: via Colombo, 41; lungomare di ponente, tra piazza Marinella e piazza Vittoria, ce ne sono 43; via Magellano, 31; Tra la zona di ingresso viale delle Palme e la 'buca' sono almeno 150; il parcheggio nato dalle ceneri dell'ex scuola Papa Giovanni, ha ben 62 posti auto; via Oro, 45; via Beglini, 40; via Morene, retro area cani, 35. Non dimenticatevi quelli non segnati, sono ben 41 i posti nei parcheggi di Area 24.

Da questa piccola analisi abbiamo volutamente escluso i due grandi posteggi a pagamento. Il Quartè di Taggia, con 90 posti auto e le Torri di Colombo ad Arma di Taggia, con 73 posti auto.

A fine gennaio, l'Amministrazione Comunale è intervenuta sulle tariffe di questi due grandi parcheggi. Per entrambi la prima mezzora rimane gratuita mentre si paga 1 euro per ogni ora di sosta. La novità riguarda la sosta notturna. Prima dalle 20 alle 8, per l'intera frazione oraria, si pagava 1 euro. Adesso la sosta è diventata completamente gratuita. La decisione è stata presa per venire incontro agli abitanti e nella speranza di debellare il fenomeno della sosta selvaggia.

Analizzando la situazione che emerge da questi numeri, su Taggia possiamo dire di avere un quadro tutto sommato positivo. In questi anni, in questa cittadina, come in molte altre realtà, il centro è diventato pressoché a pagamento. Ad oggi la legge non indica e non impone alcuna percentuale tra strisce bianche e strisce blu, dice solo che ci debba essere un'equa proporzione e che nelle adiacenze di uno stallo a pagamento ve ne debbano essere anche gratuiti.  

Insomma, se per caso vi trovaste al volante dell'auto a caccia di un posteggio e vi venisse in mente la domanda posta all'inizio dell'articolo pensate a questa nostra indagine. Su tutto il territorio comunale ci sono tanti posti gratuiti. Bisogna solo avere la pazienza di cercarli ed un po' di fortuna nel trovarli.


Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium