/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 16 febbraio 2019, 07:21

Imperia: ultimo weekend di saldi, Confesercenti e Confcommercio stilano un bilancio "Bene i primi giorni, poi trend in flessione"

Crisi generale e concorrenza del mercato online i maggiori problemi per le attività del territorio

Imperia: ultimo weekend di saldi, Confesercenti e Confcommercio stilano un bilancio "Bene i primi giorni, poi trend in flessione"

Quello appena iniziato è l'ultimo weekend di saldi. Partiti il 5 gennaio, in pieno periodo natalizio, termineranno lunedì 18 febbraio.

Oltre un mese di sconti che ha registrato massimo interesse nella fase iniziale scemando via via con il passare del tempo come confermato dalle associazioni di categoria: Confesercenti e Confcommercio. Un periodo non esaltante che sottolinea una volta di più la difficoltà per le attività del territorio di competere con il mercato online oltre alla generale crisi.

"Le iniziative di promozione iniziale come pubblicità e banchetti hanno aiutato a dare dei buoni risultati nelle prime settimane richiamando più persone – spiega Piero Denegri di Confesercenti. Da lì in avanti l’'interesse si è assottigliato sempre di più nel periodo di sconti e il trend è andato in calando. Andrebbero rilanciate anche le attività di fine saldi per dare nuovo interesse, ma quest'anno non vedo niente di simile. Serve ripartire anche con l'aiuto del legislatore e del controllo generale di rispetto delle norme.

Rimane comunque la certezza che i saldi siano un modo utile per vendere di più. La crisi c’è e abbiamo anche la concorrenza della grande distribuzione con le piccole e medie attività in inevitabile difficoltà".

Stessi riscontri anche per Confcommercio: "Il trend è stato positivo nei primi giorni mentre c'è stata una flessione nella seconda fase del periodo – evidenzia Claudio Roggero. Storicamente questo è sempre successo, ma quest'anno c'è stato un peggioramento rispetto al precedente nel medesimo periodo di fine saldi. Sicuramente il periodo generale non aiuta e nemmeno la concorrenza del mercato online, i parametri andrebbero regolarizzati ugualmente".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium