/ SR INKIESTE

SR INKIESTE | 12 febbraio 2019, 07:11

Festival di Sanremo: ha vinto Mahmood ma per i sindaci della riviera dei fiori chi doveva vincere?

Abbiamo chiesto ai sindaci un loro podio al termine di questa 69a edizione della kermesse...

Mahmood

Mahmood

Mahmood ha vinto il 69° Festival di Sanremo e come al solito non sono mancate le polemiche. A livello nazionale si è discusso di televoto ma a livello locale nella riviera dei fiori sono tutti contenti per il podio della kermesse canora? Abbiamo chiesto ad alcuni sindaci della riviera dei fiori i loro tre finalisti, ecco che cosa abbiamo scoperto.

“Sono stato in teatro venerdì - ci racconta Mario Conio, sindaco di Taggia - L’ho trovato un bel Festival. Ho ascoltato bene tutte le 24 canzoni e devo dire che il mio podio era: Simone Cristicchi con ‘Abbi cura di me’, primo, seguito da, Loredana Berté con ‘Cosa ti aspetti da me’ e infine, Daniele Silvestri e Rancore con ‘Argentovivo’. Cristicchi aveva un testo ed una musica che mi hanno colpito particolarmente, meritava di più. Mi ha fatto simpatia Mahmood e la sua ‘Soldi’ penso sia un pezzo coinvolgente”

Podio simile per Giorgio Giuffra, primo cittadino di Riva Ligure. Lui avrebbe voluto la vittoria di Loredana Bertè. “Ho seguito il Festival da casa ma sono andato in teatro la prima sera. L’ho trovato il classico Festival di Baglioni. Ha ricalcato un po’ quanto visto l’anno scorso con alcuni duetti su pezzi celebri. C’erano troppi concorrenti a me piaceva quando c’erano anche i giovani, mi sembravano che fossero più valorizzati così come Area Sanremo., prodotti di eccellenza. Per quanto riguarda il podio, doveva vincere Loredana Bertè ed a seguire Ultimo, con ‘I tuoi particolari’ e Simone Cristicchi. Lei aveva la canzone che mi ha suscitato più emozioni ed il duetto con Irene Grandi era perfetto. Mi sembra che l’Ariston la pensasse come me”.

Enrico Ioculano, sindaco di Ventimiglia propone invece una selezione più intima. Per lui la vittoria doveva andare a ‘L’amore è una dittatura dei The Zen Circus. A convincerlo soprattutto il testo e la musicalità unica della band di Pisa. Seconda e terza posizione? Una conferma con Mahmood ed una sorpresa con Boomdabash e la loro ‘Per un milione’ che hanno chiuso all’undicesima posizione.

Più pop il podio per il sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi. Sul gradino più alto doveva starci Arisa con ‘Mi sento bene’, seguita da Daniele Silvestri e Rancore ed infine, Ultimo.

Diverso l’approccio del sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori: “Personalmente amo la musica tradizionale, ricordo canzoni meravigliose del passato e credo che oggi non ci siano più. Hanno un po’ richiamato questa cosa Bertè, Nek, Silvestri, Cristicchi che mi sono piaciuti. Il resto invece mi è piaciuto poco. Aggiungo che secondo me il Festival della musica italiana dovrebbe avere in gara i veri big e non vederli a Sanremo solo da ospiti pagati. Sono andato all’Ariston la prima sera. Confermo che vedo il Festival in un’altra maniera al di là che dal vivo abbia apprezzato molto Bisio, mentre meno Baglioni. Il vincitore invece non mi è piaciuto canta “Soldi, soldi, soldi” con un po’ di monotonia, certamente lui li ha fatti o li farà”.

A scombinare ulteriormente le carte in tavola ci pensa Alberto Biancheri. Il sindaco di Sanremo sabato ha consegnato il premio a Mahmood ma in cuor suo avrebbe voluto vedere trionfare Ultimo. Nonostante questo il primo cittadino matuziano è rimasto colpito dal vincitore del Festival e dalla sua ‘Soldi’. Per lui il cantante italo egiziano doveva occupare il secondo posto seguito da Simone Cristicchi.

S. Michero - S. Della Croce - P. Zampedroni - F. Li Noce - L. Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

domenica 23 giugno
lunedì 25 febbraio
sabato 16 febbraio
venerdì 01 febbraio
lunedì 31 dicembre
domenica 23 dicembre
domenica 02 dicembre
lunedì 22 ottobre
mercoledì 17 ottobre
mercoledì 19 settembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium