/ Politica

Politica | 12 febbraio 2019, 15:24

Sanremo: Trucco risponde a Baggioli sugli asfalti a San Lorenzo “Il Comune non può finanziare lavori su strade consortili vicinali”

“Ma, se la strada è di pubblico transito, può elargire contributi in misura variabile da un quinto sino alla metà (dal 20% al 50%) della spesa”

Giorgio Trucco, assessore ai Lavori Pubblici

Giorgio Trucco, assessore ai Lavori Pubblici

Dopo l'intervento del consigliere comunale Simone Baggioli pubblichiamo la risposta tecnica dell'assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Trucco in merito agli asfalti nella zona di San Lorenzo.

Scrive Trucco: “In base alle normative vigenti, per quel che riguarda le strade consortili vicinali di uso pubblico il Comune non può riconoscere il totale della spesa relativa alla opere di asfaltatura, e  quindi non può effettuare opere di manutenzione straordinaria sul manto stradale, ma, se la strada è di pubblico transito, può elargire contributi in misura variabile da un quinto sino alla metà (dal 20% al 50%) della spesa. Quindi quanto affermato dal Consigliere Simone Baggioli non è corretto. Spesso l’Amministrazione Comunale sia oggi, ma specialmente in passato quando le risorse erano maggiormente disponibili, consegna materiali d’uso che i soci dei Consorzi posano a loro spesa, questo per una veloce soluzione dei problemi relativi al transito. Normalmente i Consorzi predispongono istanza di contributo ai sensi del suddetto Decreto e del Regolamento Comunale. Strada San Lorenzo, zona C2, è stata oggetto di ripresa della segnaletica orizzontale e sarà oggetto di manutenzione stradale con il prossimo appalto di asfaltatura in quanto strada comunale. Strada San Lorenzo nel tratto extra C2 è stata oggetto di manutenzione del fondo stradale a seguito del passaggio della fibra ottica a carico di Telecom, così come da Regolamento Comunale sugli Scavi oltre ad interventi di manutenzione effettuati dall’Ente”.

Nella sua risposta l'assessore Trucco allega anche la citazione del regolamento:
Estratto da:
DL.LGT 01/09/1918 n. 1446 art. 3
Facoltà agli utenti delle strade vicinali di costituirsi in Consorzio per la manutenzione e la ricostruzione di esse
Il Comune è tenuto a concorrere nella spesa di manutenzione, sistemazione e ricostruzione delle strade vicinali soggette al pubblico transito in misura variabile da un quinto sino alla metà della spesa, secondo la diversa importanza delle strade. Per le vicinali non soggette ad uso pubblico il concorso del Comune è facoltativo; e può essere concesso soltanto per opere di sistemazione o ricostruzione, in misura non eccedente il quinto della spesa. Il Comune è rappresentato nei Consorzi con voto proporzionale alla misura del concorso. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium