/ POLITICA

POLITICA | 11 febbraio 2019, 11:00

Sanremo: Festival, conduttori assenti in città. Giorgio Mulè (Forza Italia) "Serve una guida autorevole"

"Sono sicuro che tu daresti un’impronta nuova e diversa” ha detto l’onorevole rivolgendosi al candidato sindaco, Sergio Tommasini in un videomessaggio.

Giorgio Mulè e Sergio Tommasini

Giorgio Mulè e Sergio Tommasini

“E’ un problema di dignità della città, siccome Sanremo è Sanremo, sarebbe normale che chi presenta vada, non ad omaggiare, ma ad incontrare la città che lo ospita”. Ad affermarlo è l’on. Giorgio Mulè. L’esponente di Forza Italia, ha incontrato il candidato sindaco per il centro destra unito, Sergio Tommasini, e dal point di piazza Colombo non sono mancate le critiche per l’assenza dei conduttori in città.

“Il prossimo anno sarà il 70° anniversario del Festival, guai se non sarà un festival rivoluzionario, secondo me qui c’è tanto da fare. Sono sicuro che tu daresti un’impronta nuova e diversa” ha detto l’onorevole rivolgendosi a Sergio Tommasini in un videomessaggio.

“Ho visto che da una parte Baglioni non è andato a ritirare il premio di cittadino amico di Sanremo, dall’altra non hanno partecipato né Baglioni né Bisio né la valletta al Gala della Stampa. Io penso che siano due cose che non devono più succedere” ha ribadito il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Sanremo. 

“E’ un segnale molto brutto che manifesta la necessità che questa città abbia una guida autorevole. La guida autorevole impone certi gesti, dovuti, di rispetto alla città. Sanremo merita questo rispetto e se siamo arrivati a questo punto è evidente che c’è un problema di autorevolezza” ha concluso Mulè. 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium