/ SOLIDARIETÀ

SOLIDARIETÀ | 31 gennaio 2019, 15:57

Sanremo: nei giorni scorsi riunione interclub della IV Circoscrizione Zona B per la 'Banca degli Occhi'

I Lions, inoltre, si adoperano in favore della preservazione della vista con altre iniziative, fra le quali particolare rilievo rivestono la raccolta degli occhiali usati

Sanremo: nei giorni scorsi riunione interclub della IV Circoscrizione Zona B per la 'Banca degli Occhi'

Nei giorni scorsi, a Sanremo, è stato organizzato una riunione interclub della IV Circoscrizione Zona B, che riunisce i Lions Club: Sanremo Host, Ventimiglia, Arma e Taggia, Bordighera Capo Nero Host, Sanremo Matutia, Bordighera Otto Luoghi.
La serata, che si è svolta alla presenza del Governatore del Distretto 108Ia3 Ildebrando Angelo Gambarelli e del Presidente di Zona Maurizio Cravaschino, e che ha visto la partecipazione di circa un centinaio di soci ed ospiti, ha avuto come tema la presentazione da parte del Presidente Gimmi Moretti della “Fondazione Banca degli Occhi Melvin Jones”.

Il programma della serata è stato diviso in due parti: si è cominciato con la relazione del Presidente Moretti che ha spiegato come la Fondazione sia una organizzazione senza scopo di lucro impegnata al ripristino e preservazione della vista. Si occupa del prelievo, della valutazione, della conservazione e della distribuzione di cornee umane a scopo di trapianto terapeutico, garantendone la qualità e la sicurezza. È iscritta nell’elenco delle Banche dei Tessuti certificate dal Centro Nazionale Trapianti (CNT), ed è la prima banca degli occhi Lions in Europa e l’unica banca degli occhi Lions in Italia.Il Presidente ha inoltre sottolineato l’importanza di diffondere la cultura della donazione del tessuto corneale.
La seconda parte della serata è stata dedicata alla raccolta fondi per la “Fondazione della Banca degli Occhi”, con una Enolotteria benefica, condotta da due esperti sommelier, Mirco Rossato e Giancarlo Orengo, dell’Associazione Italiana Sommelier (A.I.S.) che con grande passione, professionalità ed un pizzico di humour, hanno illustrato i pregi delle bottiglie di vino messe in palio, provenienti dalle più rinomate cantine italiane.

I Lions sono fondatori della Società Italiana Banche degli Occhi (SIBO) e membri della European Eye Bank Association (EEBA). Dall’inizio della attività ad oggi i Lions sono orgogliosi di aver contribuito a ridare la vista a oltre 2700 persone, che hanno sofferto di cecità corneale a causa di malattia o infortunio. I Lions, sin dal 1925, hanno assunto l’impegno di essere “Cavalieri della vista” e, pertanto, numerose sono le iniziative rivolte a preservare questo bene prezioso; prima fra tutte il programma SightFirst che ha permesso di:
• costruire o ampliare 154 ospedali oculistici e attrezzarne 296  
• effettuare oltre 3,4 milioni di operazioni di cataratta
• curare oltre 5 milioni di persone affette dalla cecità da fiume (oncocercosi)
• addestrare quasi 14.000 tra oftalmologi, infermieri oftalmici e personale specializzato affine 
• effettuare 600 mila esami per il glaucoma e 25 mila trapianti di cornea ogni anno
• realizzare banche degli occhi e sostenere cliniche oculistiche e centri di ricerche sulla vista 
• raccogliere milioni di occhiali usati per distribuirli gratuitamente nei paesi in via di sviluppo
• fornire a migliaia di persone ogni anno libri Braille, audiolibri e cani guida per non vedenti. 

I Lions, inoltre, si adoperano in favore della preservazione della vista con altre iniziative, fra le quali particolare rilievo rivestono la raccolta degli occhiali usati, che consente di riciclare e fornire a chi ne ha bisogno gli occhiali che ogni famiglia conserva in un cassetto perché non più utilizzati e l’addestramento di cani guida, che viene effettuato presso il centro cani guida di Limbiate, nei pressi di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium