/ Attualità

Attualità | 29 gennaio 2019, 07:11

Sanremo: nuova azienda per il servizio ristorazione del Casinò, arriva il colosso francese 'Elior'

E’ arrivata in Italia nel 1999 acquistando Ristochef e MyChef. Dal 2011 è proprietaria di Gemeaz Cusin. Nel 2017 ha realizzato un fatturato di 6,42 miliardi, di cui 4,.64 dai servizi di catering e 1,.77 dalla ristorazione in concessione. Ha 127.000 dipendenti e 25.000 punti vendita.

Sanremo: nuova azienda per il servizio ristorazione del Casinò, arriva il colosso francese 'Elior'

Dopo tanto tempo di buio, sembra finalmente vedere la luce il servizio di ristorazione del Casinò di Sanremo. Già nei giorni scorsi avevamo evidenziato come fosse vicino l’accordo con una importante azienda che si occupa di ristorazione per la gestione dei ristoranti e dei bar della casa da gioco matuziana e, già nel prossimo weekend che precede la settimana festivaliera, la nuova società sarà operativa.

Si tratta di ‘Elior’, un gruppo multinazionale che opera anche in Italia nella ristorazione alberghiera e aziendale, con clienti di vario genere anche molto importanti. Elior è il terzo operatore europeo e nei primi quattro a livello mondiale del settore per fatturato. La società nasce nel 1991 con il nome di ‘Bercy Management’ e nel 2000 debutta in Borsa. Si espande poi in tutta Europa, acquistando la proprietà di numerosi operatori locali di ristorazione (le spagnole Areas e Serunion, le britanniche Azure e Digby Trout Restaurants, le italiane Concerta e Ristochef). E’ arrivata in Italia nel 1999 acquistando Ristochef e MyChef. Dal 2011 è proprietaria di Gemeaz Cusin, con la quale è leader italiano del settore. Nel 2017 ha realizzato un fatturato di 6,42 miliardi, di cui 4,.64 dai servizi di catering e 1,.77 dalla ristorazione in concessione. Ha 127.000 dipendenti e 25.000 punti vendita.

Elior quindi è una società importante che, grazie alla sua esperienza, potrà risollevare le sorti di un settore che, negli ultimi tempi ha visto gravi problemi all’interno del Casinò di Sanremo. La gestione della ‘New Generation’ era arrivata al capolinea, ma l’assenza di un’alternativa aveva portato il Cda dell’azzardo matuziano a prorogare più volte il servizio all’azienda. Alla fine, vista l’insolvenza verso i dipendenti, è stato proprio il Casinò a pagare gli stipendi (novembre, dicembre e tredicesime). Arrivando persino a dover affidare alcuni servizi di fine anno del ristorante, ad una ditta di catering, visto che mancavano addirittura le materie prime per far da mangiare.

Ora ci si augura che al Casinò si possa finalmente svoltare, anche in virtù del nuovo bando, che vedrà la possibilità di offrire i servizi anche all’esterno e non solo ai clienti del Casinò. Ora la Elior si dovrà anche raffrontare con la parte sindacale, anche se più volte la dirigenza dell’azzardo matuziano ha confermato che i dipendenti avranno la cosiddetta ‘clausola sociale’, che li garantisce. Nei mesi scorsi erano emerse delle polemiche, visto che alcune aziende interessate alla gestione della ristorazione, avevano addotto qualche perplessità, per il costo dei dipendenti.

Ora, con l’ingresso della Elior, tutto dovrebbe risolversi anche se immaginiamo che i sindacati chiederanno un incontro con i vertici della società, per parlare del futuro dei dipendenti.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium