/ CRONACA

CRONACA | 21 gennaio 2019, 18:32

Taggia: parcheggio sotto le Torri di Colombo, spuntano scritte con minacce ed insulti per il sindaco Mario Conio

Il primo cittadino ha commentato l'accaduto.

Taggia: parcheggio sotto le Torri di Colombo, spuntano scritte con minacce ed insulti per il sindaco Mario Conio

Il sindaco di Taggia Mario Conio è stato minacciato di morte ed insultato per aver scelto di reintrodurre la sbarra d'accesso ed il pagamento nel posteggio sotto le Torri di Colombo ad Arma. Stamattina sono iniziati i lavori programmati da tempo dal Comune ma prima dell'avvio dell'opera, è scattata la segnalazione per le scritte ingiuriose rivolte al primo cittadino. Il responsabile di questo gesto ha imbrattato numerosi cartelli di divieto di sosta posizionati nel posteggio armese per indicare l'avvio dei lavori.   

La scritta più grave ritrovata è 'Sindaco crepassi di mala morte' ma non era la sola. Infatti, la stessa mano ha usato anche gli altri cartelli di divieto di sosta per scrivere "Hai scassato la..." e ulteriori insulti, calunnie e nefandezze che evitiamo di riportare. Insomma, un atteggiamento inqualificabile che travalica la contestazione dell'azione amministrativa e che comporterà delle conseguenze. 

Abbiamo interpellato il sindaco sull’episodio “Sono davvero sconcertato per l'accaduto. Ho informato i miei legali per valutare di sporgere denuncia per diffamazione. Sono amareggiato perchè uno cerca di operare nell'interesse pubblico e poi ci sono delle reazioni inqualificabili ed inaudite”.

Nel corso della mattinata i fogli sono stati rimossi e sostituiti. Ora le scritte si trovano nelle mani delle forze dell’ordine. Non è da escludere che qualche elemento utile per  identificare il responsabile possa arrivare dalle telecamere di videosorveglianza e dalle parole usate contro il sindaco. In particolare una risulta in dialetto del sud Italia. A questo si aggiunge la necessità di indagare tra chi potesse avere dell'astio nei confronti del primo cittadino per la decisione presa su questa area di parcheggio.

Questi cartelli d'odio ovviamente non hanno fermato i lavori che sono proseguiti regolarmente anche nel pomeriggio. Nonostante gli insulti e le minacce al sindaco, a breve il parcheggio delle Torri di Colombo sarà perfettamente operativo con il nuovo sistema di ingresso ed uscita a pagamento.  

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium