/ Cronaca

Cronaca | 17 gennaio 2019, 11:14

Sanremo: omicidio di Fernando Foschini, la perizia dice che Alessandro Verrigni è incapace di intendere e volere

L'omicidio sarebbe scaturito da una serie di screzi che risalgono a 10 anni fa, liti che si sono susseguite nel tempo per motivi che ora sono al vaglio degli inquirenti e che sono culminate questa sera poco dopo le 18, in via Padre Semeria.

Sanremo: omicidio di Fernando Foschini, la perizia dice che Alessandro Verrigni è incapace di intendere e volere

Il 42enne sanremese Alessandro Verrigni, che nel giugno scorso ha ucciso il 63enne Fernando Foschini di 63 anni in via Padre Semeria, è totalmente incapace di intendere e volere.

Come scrivono Stampa e Secolo non è quindi imputabile. I fatti emergono dalla perizia del medico legale genovese Gabriele Rocca, incaricato dal Gip. L’avvocato di Verrigni chiederà ora che il 42enne venga scarcerato e affidato ad una struttura sanitaria adatta e dove potrà essere sottoposto ad una terapia.

L'omicidio sarebbe scaturito da una serie di screzi che risalgono a 10 anni fa, liti che si sono susseguite nel tempo per motivi che ora sono al vaglio degli inquirenti e che sono culminate questa sera poco dopo le 18, in via Padre Semeria.

Secondo il racconto di alcuni testimoni, il 62enne Fernando Foschini, titolare di un bar in frazione Coldirodi, sta viaggiando in scooter proprio per rientrare verso l’esercizio, quando lo scooter del 41enne Alessandro Verrigni lo sperona. Foschini cade a terra ed il suo avversario lo colpisce con tre coltellate al petto, che lo uccidono immediatamente, andando colpire al cuore. Sul posto i passanti assistono ad una scena che non avrebbero mai immaginato nemmeno in cruento film poliziesco e chiamano subito il 118.

Tre ore dopo gli agenti del Commissariato, insieme ai colleghi dell'Anticrimine, fermano Alessandro Verrigni a bordo del suo scooter, di fronte al supermercato Carrefour di zona Villa Helios. Una quarantina di agenti lo bloccano e lo portano in Commissariato dove ora si trova per essere interrogato. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium