/ CRONACA

CRONACA | sabato 12 gennaio 2019, 18:15

Riva Ligure cittadina videosorvegliata: per il 2019 il sindaco Giuffra punta sulla sicurezza (Video Servizio)

La sicurezza e la prevenzione a Riva Ligure passeranno dall'installazione di nuove telecamere di videosorveglianza ed attraverso il posizionamento di alcuni passaggi pedonali rialzati.

Nel 2019, Riva Ligure punterà molto sulla videosorveglianza e sulla sicurezza stradale. I primi interventi riguardano l’occhio elettronico cittadino. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giorgio Giuffra ha approvato la spesa per l’installazione di sei nuove telecamere in alta definizione. Se ne aggiungeranno ulteriori tre che sostituiranno alcune delle apparecchiature più datate.

FOCUS / L'approfondimento con il sindaco Giorgio Giuffra





La cittadina marinara è tra le più videosorvegliate, con punti presenti su tutti i varchi di ingresso dall’Aurelia. Il nuovo sistema permetterà anche l’identificazione delle targhe di tutti i veicoli che accederanno alla cittadina, una novità utile soprattutto in un’ottica di controllo, prevenzione ed in sinergia con l’azione delle forze dell’ordine.

Non si tratta tuttavia dello stesso programma presente all’incrocio con la strada che porta a Pompeiana. Come è noto, lì, le telecamere controllano chi passa con il rosso al semaforo e identificano a scopo sanzionatorio anche tutti quei veicoli che girano privi di assicurazione o senza aver effettuato il collaudo.

Un sistema che garantisce una cospicua entrata nelle casse rivesi. Si stima che si tratti di circa 350mila euro all’anno. L’importante somma viene destinata per la metà al miglioramento delle condizioni di sicurezza sulle strade di questo borgo. La restante parte va a coprire gli agenti stagionali di polizia locale, la pulizia del verde sulla pista ciclabile ed altro.

Tra gli interventi finanziati con questa cospicua entrata troviamo anche tre passaggi pedonali rialzati. Queste nuova tipologia di rallentatori stradali saranno presto posizionati davanti alla scuola, due andranno sul lungomare ed infine uno su via Giardino, all’intersezione con la pista ciclopdonale. I luoghi sono stati identificati dall’amministrazione da una parte in un’ottica di prevenzione soprattutto in vista del maggiore afflusso turistico estivo ed anche per preservare l’asfalto nuovo ed infine per andare ad agire in zone dove si registra già un aumento del traffico veicolare.

“Ci dobbiamo aspettare una serie di interventi che vanno a cambiare la sicurezza percepita andando ad accrescerla. Vanno a completare  un percorso iniziato 5 anni fa e che ci ha visti fianco a fianco al comando i polizia locale in una rivoluzione  che mettesse la sicurezza dei cittadini al primo posto”.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore