/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 09 gennaio 2019, 17:42

Imperia: il Tribunale condanna nuovamente Poste Italiane a rimborsare i buoni postali al contitolare vivente

“Si tratta del secondo provvedimento del Tribunale imperiese – evidenzia l’avvocato Giuseppe Chiarella - che, sul solco di una giurisprudenza di merito consolidata, ritiene che i buoni postali fruttiferi vadano rimborsati integralmente in favore del contitolare del buono postale".

Imperia: il Tribunale condanna nuovamente Poste Italiane a rimborsare i buoni postali al contitolare vivente

Il Tribunale di Imperia, con una ordinanza emanata lunedì scorso, ha condannato nuovamente Poste Italiane Spa a rimborsare integralmente, in favore del contitolare vivente, i buoni postali fruttiferi con clausola PFR (pari facoltà di rimborso).

“Si tratta del secondo provvedimento del Tribunale imperiese – evidenzia l’avvocato Giuseppe Chiarella - che, sul solco di una giurisprudenza di merito consolidata, ritiene che i buoni postali fruttiferi vadano rimborsati integralmente in favore del contitolare del buono postale. Il rifiuto opposto da Poste Italiane nella liquidazione dei buoni è dunque illegittimo. Il provvedimento del Tribunale di Imperia conferma dunque il diritto del cointestatario del buono postale di riscuoterlo integralmente”.

“Si tratta di un importante provvedimento giurisdizionale – termina il legale - alla luce del comportamento da sempre tenuto da Poste Italiane Spa che, nel caso di buoni postali fruttiferi con cointestatari premorti, si rifiuta di rimborsare i buoni ai cointestatari viventi”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore