/ Politica

Politica | 06 gennaio 2019, 20:08

Sanremo: Decreto Sicurezza, il Gruppo dei 100 e il centrodestra rispondono ai sindaci dissidenti “Non è un bene fare speculazione politica sulla pelle dei cittadini” (Foto e Video)

Attacchi a Biancheri e Scajola, critici nei confronti del documento come molti altri colleghi in Italia

Le immagini dal point di Sergio Tommasini

Le immagini dal point di Sergio Tommasini

La polemica sul Decreto Sicurezza ha toccato nei giorni scorsi anche la Liguria, la provincia di Imperia e Sanremo.

Questa sera il Gruppo dei 100 e il centrodestra a sostegno del candidato sindaco Sergio Tommasini hanno chiarito la loro posizione in merito, difendendo l’operato del Governo Lega-M5S dalle critiche arrivate in questi giorni da sindaci e Regioni. Chiari e palesi gli attacchi ai sindaci di Sanremo e Imperia arrivate dal point di Sergio Tommasini in piazza Colombo.

È venuto a trovarci l’amico Flavio Di Muro che ci ha spiegato il Decreto Sicurezza, un documento che pensi sia completo con articoli che vanno dall’immigrazione alla protezione all’estero - ha dichiarato Sergio Tommasini, candidato sindaco del Gruppo dei 100 - prima di fare speculazione politica bisognerebbe attendere l’attuabilità del Decreto che dà anche nuovi poteri ai sindaci per migliorare la sicurezza dei nostri cittadini. Non è un bene fare speculazione sulla pelle dei cittadini”.

Sulla stessa linea anche l’assessore regionale Gianni Berrino (FdI): “L’opposizione al Governo da parte del centrodestra sul Decreto Sicurezza è positiva, l’opposizione a livello locale arriva da una certa parte di sindaci o del Pd che lo fanno in ottica di partito, oppure da un certo gruppo di sindaci che si dicono civici, come quello di Sanremo o di Imperia, che rispondono a dinamiche che non sono nell’interesse dei cittadini e che qui in Liguria vogliono creare un fronte contro Tommasini e contro il presidente Toti. Non so questo cosa centri con l’interesse dei cittadini che è di vivere tranquilli, sereni e sicuri”.

L’analisi del documento è stata affidata all’avvocato Alessandro Mager, tra i fondatori del Gruppo dei 100: “Ho dato un giudizio positivo perché è un provvedimento che mette mano in un settore in cui obiettivamente in passato la normativa vigente era a mio giudizio troppo permissiva”.

Tutti gli italiani si aspettavano una norma di questo genere in tema di sicurezza - ha aggiunto Simone Baggioli (FI) - mi fa specie che ci sia titubanza da parte di qualche sindaco che vuole contrastare una norma molto utile per il Paese, soprattutto in un momento storico nel quale siamo sotto pressione dal punto di vista dell’immigrazione”.

Dispiace che ci siano sindaci che abusano del loro potere dicendo che disapplicano leggi dello Stato per farsi la campagna elettorale - ha spiegato l'On. Flavio Di Muro (Lega)  - siamo qui da Sergio Tommasini anche perché ha dichiarato che applicherà rigo per rigo il Decreto Sicurezza che non tratta solo di immigrazione ma anche di risorse per i Comuni e più poteri per i sindaci per combattere i noti episodi di microcriminalità. Non si capisce perché anche in provincia di Imperia si stiano facendo polemiche contro una norma che dà loro più risorse e più poteri”.

Presente anche il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana che, ai nostri microfoni, ha dichiarato: “Non si spiega ciò che si è creato e che è partito da sindaci notoriamente di sinistra che dell'immigrazione hanno fatto non solo un cavallo di battaglia ma un business, fino ad arrivare sul nostro territorio dove si è formata una sorte di asse trasversale tra Biancheri, Scajola e Ioculano che hanno criticato le norme del Decreto Sicurezza. È un decreto che darà maggiori poteri ai sindaci”.

Durante la serata Sergio Tommasini ha anche annunciato l'imminente presentazione delle linee programmatiche della coalizione in ottica elezioni con tanto di 'contratto' da siglare con i cittadini riguardo alle tematiche di maggior interesse.

Silvia Iuliano - Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium