/ AL DIRETTORE

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | 06 gennaio 2019, 08:58

Le considerazioni di Sanremo Libera sulla situazione del Casinò: “Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine”

“Quali criteri sono stati adottati nella scelta dei membri di un Cda a cui affidare un'azienda così delicata?”

Le considerazioni di Sanremo Libera sulla situazione del Casinò: “Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine”

Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di Maurizio Stefanucci, coordinatore di “Sanremo Libera”, in merito alla situazione del Casinò.

Sindaco Biancheri, mai detto fu più azzeccato: tutti i nodi prima o poi vengono al pettine.  Da tanto tempo noi abbiamo richiesto la sua attenzione sull'argomento Casinò. Noi come Sanremo Libera, abbiamo tentato di farle capire che qualcosa all'interno dell'azienda Casinò non stesse funzionando, ma niente da fare, a quanto pare non c'è stato “peggior sordo di chi non vuol sentire”.

Soltanto fino a ieri abbiamo assistito a tentativi mirati a far credere ai cittadini sanremesi che tutto filasse liscio, che il 2018 si chiudesse con un bilancio di circa 2 milioni di euro di calo di incassi senza problemi, che l'utile fosse pari a quello dello scorso anno. In sostanza...un'offesa all'intelligenza del sanremesi. 

Signor Sindaco, ma si è reso conto che all'interno del Cda della “sua” azienda si è prestata soltanto attenzione a far quadrare i conti senza guardare alla crescita?  In pratica si è tolto l'ossigeno ad un malato da anni. Una specie di gioco a salvare la faccia di una compagine disattenta, ma il futuro della casa da gioco? Abbiamo dovuto assistere allo show di un consigliere di amministrazione della casa da gioco occuparsi di  Saint Vincent ed alla riapertura di quello di Campione. E del  nostro Casinò non ne parla nessuno?

Io credo che a questo punto le convenga uscire allo scoperto e dare spiegazione plausibile in primis ai cittadini, e in seconda battuta ai dipendenti della sua azienda, in merito ai presunti conflitti d'interesse e alla mancanza di trasparenza degli uomini da lei nominati.

Quali criteri sono stati adottati nella scelta dei membri di un Cda a cui affidare un'azienda così delicata? Insomma, in sostanza, siamo stufi dei suoi silenzi.

Lei ha l'autorità per decidere un cambiamento sostanziale prima della scadenza del suo mandato; faccia chiarezza o cominci da subito a cercare un'alternativa per il bene dell'azienda più importante della sua città.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium