/ Politica

Politica | 03 gennaio 2019, 19:18

Sostegno volontariato ed associazionismo: la posizione della sezione provinciale Lega Giovani

“L’assessore Sonia Viale fa sapere che la regione valuterà il prossimo anno se riattivare questo filone e come Lega Giovani - dive il Segretario Coppola - ce lo auguriamo, e siamo sicuri che Regione Liguria, ancora una volta, saprà dare le giuste risposte”.

Sostegno volontariato ed associazionismo: la posizione della sezione provinciale Lega Giovani

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Terzo Settore Sonia Viale, ha dato il via libera all’erogazione delle risorse (900mila euro) stanziate a livello nazionale per il sostegno al mondo del volontariato e dell’associazionismo. Le risorse sono state stanziate a favore di disabili, anziani e giovani.

“Da quanto si è appreso – evidenziano il Segretario Provinciale della Lega Giovani Imperia, Andrea P. Coppola, ed il Segretario Nazionale Lega Giovani Liguria, Daniele Vatteroni - pare che i 300mila euro destinati al mondo giovanile non saranno erogati a causa dell’inadeguatezza dell’Arci. Il motivo: il mondo dell’associazionismo giovanile ha scelto come capofila dell’associazione temporanea di scopo ‘Arci Liguria’: Arci avrebbe depositato un progetto non conforme, privo dei requisiti minimi previsti, rendendo di fatto impossibile procedere allo sviluppo delle iniziative, motivo per il quale Regione Liguria si è trovata costretta a non ammettere la domanda relativa ai progetti per il disagio giovanile”.

“Prima di tutto come giovani, e successivamente come giovani della Lega, non ci sentiamo minimamente rappresentati da Arci, storicamente emblema dell’associazionismo di sinistra - spiega il Segretario Provinciale Andrea Coppola -. Dispiace, però, che alla politicizzazione delle associazioni si abbini anche l’inadeguatezza e la presunzione di non partecipare in modo corretto ai bandi, a maggior ragione quando determinate associazioni attingono a fondi pubblici per fare politica. L’associazionismo deve fare associazionismo e lasciare da parte la politica, perché questa volta a farne le spese sono stati i giovani in generale, non Arci Liguria singolarmente. Per ciò che concerne anziani e disabili apprendiamo con gioia che i fondi stanziati verranno erogati; in Arci invece - che rappresenta un mondo che non ha più consensi - evidentemente erano più impegnati a far politica che non a fare il lavoro al quale erano stati deputati bruciando, di fatto, i 300mila euro destinati al mondo dei giovani”.

“L’assessore Sonia Viale fa sapere che la regione valuterà il prossimo anno se riattivare questo filone e come Lega Giovani - continua il Segretario Coppola -  ce lo auguriamo, e siamo sicuri che Regione Liguria, ancora una volta, saprà dare le giuste risposte”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium