/ Politica

Politica | 03 gennaio 2019, 16:58

Decreto sicurezza e considerazioni dei Sindaci: Di Muro (Lega) "Dimostrato l'inciucio tra ex Ministri e PD!"

“I Comuni, secondo la Legge, devono applicare il decreto e non possono astenersi. Mi dispiace che alcuni sindaci utilizzino questa polemica per fare campagna elettorale. Evidentemente loro sono già in pre-elezioni ma non il Ministro Salvini o la Lega ed il Governo. Cavalcando le dichiarazioni del Sindaco di Palermo per farsi campagna elettorale, hanno sbagliato strada”.

Decreto sicurezza e considerazioni dei Sindaci: Di Muro (Lega) "Dimostrato l'inciucio tra ex Ministri e PD!"

“Credo che il decreto sicurezza ed immigrazione porterà benefici per il territorio provinciale. Non è vero che non è stato ancora applicato: un mese fa è stato applicato per un caso di accattonaggio molesto alcune settimane fa a Ventimiglia”.

Lo ha detto l’onorevole Flavio Di Muro (Lega), commentando gli interventi dei Sindaci dell’estremo ponente ligure sul decreto, anche dopo le affermazioni del primo cittadino di Palermo. “Non è vero che non porta benefici e solo problemi alle Amministrazioni locali. Questo perchè uno stanziamento migliore rispetto al passato per la videosorveglianza nei Comuni, ma ci sono fondi speciali per la sicurezza urbana e poteri per il Sindaco in materia di daspo urbano per la criminalità locale e fondi per le assunzioni nella Polizia Municipale”.

Di Muro è particolarmente duro sull’applicazione della Legge e sulla possibilità che alcuni Sindaci non la mettano in opera: “I Comuni, secondo la Legge, devono applicare il decreto e non possono astenersi. Mi dispiace che alcuni sindaci utilizzino questa polemica per fare campagna elettorale. Evidentemente loro sono già in pre-elezioni ma non il Ministro Salvini o la Lega ed il Governo. Cavalcando le dichiarazioni del Sindaco di Palermo per farsi campagna elettorale, hanno sbagliato strada”.

Di Muro fa anche una considerazione politica: “Denoto un certo consociativismo e sinergia nelle parole del Sindaco Scajola e del Partito Democratico. Evidentemente in provincia di Imperia è un’alleanza che ha delle fondamenta e si delinea il quadro politico alle prossime elezioni. Da una parte avremo uno schieramento che guarda al passato ed è stato più volte Ministro ed il Pd che ha governato negli ultimi anni, lasciando il paese in braghe di tela. Dall’altra ci sarà un centro destra con una Lega forte, che guarda ad una proposta di rinnovamento e di sviluppo del territorio, rimasto isolato proprio per i governi precedenti. Come Lega ci opporremo a questo ‘inciucio’ alle prossime elezioni Amministrative”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium