/ CRONACA

CRONACA | martedì 18 dicembre 2018, 14:35

Si aggira tra Castelvittorio e Pigna in stato confusionale con due colli di bottiglia in mano: bloccato dai Carabinieri

Si tratta di un 42enne parigino con numerosi precedenti penali per reati commessi in Francia

Si aggira tra Castelvittorio e Pigna in stato confusionale con due colli di bottiglia in mano: bloccato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Pigna hanno identificato uno straniero rinvenuto in stato confusionale lungo la SP 64 tra Castelvittorio e Pigna.

I militari, in servizio perlustrativo nell’ambito del territorio di competenza, percorrendo la strada provinciale si sono imbattuti nell’uomo, a piedi, con andamento incerto, che in evidente stato di alterazione psicofisica brandeggiava 2 colli di bottiglia, rivolgendoli con fare minaccioso nei confronti dei passanti e delle auto in transito.

I Carabinieri, quindi, hanno attirato l’attenzione dell’uomo, cercando di portarlo in un’area isolata, scongiurando in tal mondo eventuali aggressioni alle persone. Nonostante i tentativi dei militari di condurlo alla ragione, cercando di convincerlo a posare i cocci di vetro ed offrendogli assistenza, è stato necessario l’intervento di rinforzi dalla Stazione di Dolceacqua per riuscire a fermarlo, applicando tutte le precauzioni di sicurezza previste in questi casi, immobilizzandolo, anche col supporto del personale medico ed infermieristico nel frattempo accorso, con cui è stato trasportato poi in caserma per gli accertamenti identificativi, dato che era sprovvisto di documenti di riconoscimento e non parlava la lingua italiana.

La successiva collaborazione tra il Reparto Operativo di Imperia ed il CCPD ha permesso di acclarare le generalità del soggetto, un 42enne parigino con numerosi precedenti penali per reati commessi in Francia.

L’interessato, che si trova attualmente ricoverato al reparto S.P.D.C. dell’Ospedale di Imperia, dovrà ora rispondere dei reati di violenza e minaccia a pubblico ufficiale, nonché di porto di oggetti atti ad offendere.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore