/ Eventi

Eventi | 16 dicembre 2018, 11:06

Imperia: commemorazione del 75° anniversario della rivolta del lager di Sobibor, i ringraziamenti dell'associazione Liguria Russia al Sindaco

L'evento si è svolto ieri a Villa Faravelli alla presenza del Console Russo Marat Pavlov

Il Console Russo Marat Pavlov

Il Console Russo Marat Pavlov

Ieri a Villa Faravelli di Imperia si è svolta la commemorazione del 75° anniversario della rivolta del lager di Sobibor avvenuta con esattezza il 13 ottobre 1943. A comunicarlo è l’Associazione Liguria Russia Sanremo Nice Cote d'azur, che spiega: “Vogliamo ringraziare l'amministrazione del Comune di Imperia ed, in particolare, l'avvedutezza e la lungimiranza, nonché, la sensibilità che ha dimostrato il Sindaco On. Claudio Scajola e l'assessore Marcella Roggero per aver favorito la possibilità di poter permettere la manifestazione di ieri 15 dicembre con al presenza del Console Generale della Federazione Russa, dottor Marat Pavlov, per festeggiare la commemorazione del 75° anniversario della rivolta del lager di Sobibor avvenuta con esattezza il 13 ottobre 1943".

"La giornata del 15 dicembre è stata una manifestazione iniziata alle ore 11 e ha visto, nella bellissima cornice imperiese, presso il museo d'arte contemporanea di Villa Faravelli, una giornata dedicata al ricordo, in cui la comunità russa ed italiana congiuntamente hanno festeggiato la ricorrenza della rivolta del campo di Sobibor, ove nel 1943 i prigionieri insorsero capeggiati dal tenente dell'Armata Rossa, Aleksander Aronovic Pecerskji. Il loro gesto testimonia l'anelito di fratellanza, di libertà ,di giustizia e di pace che univa i popoli del nostro Continente. A quell'episodio sono stati dedicati il film ‘Fuga da Sobibor’ ed il poema ‘LJiuka’ di M. Geilikman. Per commemorare degnamente la rivolta di Sobibor, e per proporla quale esempio di quanto può fare l'aspirazione degli uomini alla libertà, il Centro Russo di Scienza e Cultura, diretto con sagacia e passione da Oleg Ossipov, ha già, come accennato precedentemente, organizzato tale evento a Roma".

"L'evento si è manifestato con una mostra litografica e di foto che rappresentano le situazioni e le persone del campo di Sobibor. La manifestazione è stata impreziosita dalla musica e dal talento artistico, tipicamente russo, messo in atto dagli artisti russi presenti, che hanno accompagnato col talento il ricordo di tali avvenimenti. La città di Imperia capitale ed avanguardia, con anelito internazionale, che tenta di rilanciare la speranza nel futuro unendo la volontà di bellezza che deve unire i popoli".

"Gli attori dell'avvenimento sono stati: Consolato Generale della Federazione Russa di Genova, il Comune di Imperia di Imperia, Centro Culturale di scienza e Cultura di Roma, associazione Liguria Russia Sanremo Nice Cote d'Azur, abbracciati nel ricordo e dalla speranza di un futuro di pace e contornato dalla bellezza dell'arte, speranzosi che il futuro possa essere prolifico di manifestazioni come questa, che fanno della bellezza artistica il punto di partenza per il rapporto pacifico tra i popoli. Solo conoscendo il nostro passato possiamo comprenderne gli errori, tali manifestazioni e la cultura devono unire i popoli e gli aneliti di giustizia”.

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium