/ EVENTI

EVENTI | 10 dicembre 2018, 08:21

Bordighera: scatta quest'oggi con le proiezioni al cinema Zeni la seconda parte del 'Ponente Film Festival'

Si parte subito alla grande, alle 10, al Cinema Olimpia, con le proiezioni mattutine dedicate agli studenti.

Bordighera: scatta quest'oggi con le proiezioni al cinema Zeni la seconda parte del 'Ponente Film Festival'

Inizia oggi, a Bordighera, la seconda parte di Ponente Film Festival. Dopo la breve pausa seguita alle giornate di programmazione a Sanremo e il bel concerto di ieri del Quartetto Novecento nel centro storico, la manifestazione torna, fino al 15, con nuove proiezioni, incontri, presentazioni ed eventi, distribuiti tra le sale Olimpia e Zeni.

Si parte subito alla grande, alle 10, al Cinema Olimpia, con le proiezioni mattutine dedicate agli studenti. Si susseguiranno sul grande schermo due cortometraggi, It’s my Road, dal Madascar, tra i premiati al Festival del Cinema Africano di Verona, e A mano libera, opera della giovane sanremese Monica Bruschetta. Ma l’appuntamento clou della giornata sarà l’intervento del produttore Daniele Mazzocca che, con la collaborazione del regista, attore e critico cinematografico Lino Damiani, introdurrà il film 'Quanto basta', di Francesco Falaschi.

Le proiezioni riprenderanno alle 18, al Cinema Zeni, con due corti d’autore nell’ambito di Cinema e Liguria: Il pescatore, di Adel Oberto, e Quel giorno, di Marco Di Gerlando. Alle 18.30 seguirà Savva, fiaba d’animazione proveniente dalla Russia, e , alle 21, da Istambul, una chicca per tutti gli amanti dei felini, Kedi, la città dei gatti. E per domani è in programma un appuntamento importante: alle 18, al Cinema Zeni, interverrà a un incontro con i cittadini il presidente del Consiglio Regionale ligure Alessandro Piana, per fare il punto della situazione sul Ponte Morandi.  

It’s my Road: Dadakoto è ormai anziano e continua, da tutta la vita, a vendere acqua, trasportando pesanti taniche sulla testa. Quando qualcuno gli chiede: perché dici spesso “E’ la mia strada”? lui risponde che in realtà è un gioco. Il vecchio che sembra essere rimasto un bambino dentro, ama infatti giocare durante il lavoro. Ma, soprattutto, è proprio il lavoro a tenerlo in vita...
Madagascar, 2016
Regia: Fifaliana Nantenaina
Lingua originale: malgascio con sottotitoli in italiano
Durata: 11

A mano libera: Delicato e toccante, nella sua semplicità, affronta un tema sempre più pervasivo della realtà: la nuova incomunicabilità, figlia della tecnologia, che dietro un’apparente continua condivisione tra le persone, le tiene distanti, pur se vicine fisicamente. Quello schermo che divide la vita vera da quella virtuale, si trasferisce, anche se in modo invisibile agli occhi, anche tra coloro che siedono alla stessa tavola, partecipano alla stessa situazione. Forse solo lo sguardo puro di un bambino riesce a vedere, a capire e, chissà, risolvere...
Italia, 2016
Regia: Monica Bruschetta
Durata: 5

Quanto basta: Arturo è un talentuoso chef in declino a causa del suo pessimo carattere. Non solo, i suoi problemi di controllo dell’aggressività lo hanno fatto condannare per rissa. Come pena, deve tenere un corso di cucina in un Centro per ragazzi autistici. Tra loro c’è Guido, affetto dalla sindrome di Asperger e cuoco appassionato. La sua è abilità innata e Arturo lo tratta alla pari, senza pietismi, a volte sbagliando, ma nello stesso tempo imparando a moderare la sua irascibilità. Quando le circostanze lo obbligano ad accompagnare Guido al talent show culinario che odia, condotto dal fenomeno mediatico e acerrimo rivale Daniel Marinari, Arturo scopre che il rapporto tra loro si è ormai trasformato in un’amicizia profonda, destinata a cambiare il destino di entrambi.
Italia, 2018
Regia: Francesco Falaschi
Cast: Vinicio Marchioni, Valeria Solerino, Luigi Fedele, Alessandro Haber
Durata: 82

Il Pescatore: Giuseppe vive in un paese di pescatori, sulla costa ligure. Lui stesso è pescatore, e quel lavoro è la sua vita, una vita semplice e solitaria, dopo la scomparsa della moglie e a un passo dalla pensione. Pochi amici fidati, un gatto che va a trovarlo, e soprattutto il mare. Un giorno riceve l’inattesa visita di un vecchio amico, che ha seguito strade diverse, diventando un famoso e ricco velista. Questi gli fa una proposta che potrebbe cambiare tutto.
Italia, 2015
Regia e sceneggiatura: Adel Oberto e Michele Cadei
Durata: 10’ 

Quel giorno: Passavia, Germania, inverno 1894. Un gruppo di amici è alla ricerca di un teschio, rinvenuto dal nonno di uno di loro mentre era a passeggio nel bosco con il cane, molti anni prima. Al tempo nessuno gli credette, così il nipote ha trascinato gli amici alla ricerca del macabro reperto: ritrovarlo significa restituirgli credibilità. Mentre i ragazzi si addentrano tra gli alberi, un dramma sta consumandosi poco distante. Un bambino è caduto nel fiume Inn, e i suoi fratelli non sono in grado di aiutarlo. Le loro grida di aiuto vengono però raccolte da Johann, che stava raggiungendo gli amici insieme alla sorellina. Senza pensarci troppo, Johan si getta nelle acque gelide e trae in salvo il bambino. Ma il suo gesto coraggioso, quel giorno, forse ha cambiato la storia.
Italia, 2018
Regia: Marco Di Gerlando
Cast: gli allievi della scuola di cinema ZuccherArte
Durata: 11’24” 

Savva: è un coraggioso ragazzino di dieci anni che vive con la madre in un piccolo villaggio nel cuore della foresta. Molto tempo prima, gli abitanti e il raccolto erano protetti dai lupi bianchi, ma l’antico branco sembra essersi dissolto nel nulla, lasciando il luogo in balìa di una spietata banda di iene. Dopo l'ennesimo attacco, il ragazzino riesce a fuggire nel bosco, dove incontra Angee, l'ultimo sopravvissuto della leggendaria specie. Il maestoso animale nasconde un terribile segreto sulle sorti del suo popolo, e lo confida a Savva. Insieme partono alla ricerca dell'unico in grado di salvare il villaggio e ciò che rimane del branco: un mago che vive isolato in cima a una montagna, sorvegliata da un esercito di perfide scimmie urlatrici...
Russia, 2017
Regia: Maksim Fadeev
Durata: 85

Kedi, la città di gatti: Sono centinaia di migliaia i gatti che vivono nelle strade di Istambul. Da tempo immemorabile gironzolano liberi, entrando e uscendo dalle vite degli abitanti, fino a diventare una componente essenziale e amata delle tante comunità che rendono unica la metropoli turca, proprio come i suoi monumenti, il Bosforo, il the e i ristoranti di pesce e raki. Vivono tra due mondi, quello selvaggio e quello domestico, portando gioia e tenerezza alle persone che scelgono di prendersene cura. In questo straordinario documentario, la regista racconta, attraverso lo sguardo dei felini, il caos, il colore, la cultura e la saggezza antica di una città dalle diverse anime e spiritualità, in una speciale dichiarazione d’amore. 
Turchia - USA, 2018
Regia: Cedya Torun
Durata: 80 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium