/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 08 dicembre 2018, 18:25

'Maryam Of Tsyon', una nuova produzione cinematografica dell'editrice matuziana 'Fiori di Sambuco Film'

Due anni di riprese svoltesi tra Italia (Ventimiglia – Sanremo e la provincia di Imperia in generale), Monaco, Francia (Nimes) e Turchia (Efeso)

'Maryam Of Tsyon', una nuova produzione cinematografica dell'editrice matuziana 'Fiori di Sambuco Film'

In occasione della Festa dell'Immacolata Concezione di Maria è in uscita su tutti i media il trailer ufficiale (QUI) del film per il cinema ‘Maryam Of Tsyon – Cap I Escape to Ephesus’ (www.maryamoftsyon.com) del regista Fabio Corsaro (in arte QVQ) e prodotto da Fiori di Sambuco Film (www.fioridisambuco.com

“Una nuova produzione cinematografica – si spiega nel comunicato - a 10 anni dall'uscita del film ‘Ghiaie’ sempre del regista ‘QVQ’. L'impegno questa volta è stato enorme, 2 anni di riprese svoltesi tra Italia (Ventimiglia – Sanremo e la provincia di Imperia in generale), Monaco, Francia (Nimes) e Turchia (Efeso) ed un cast di giovani attori, che si sono messi in gioco per realizzare questa bilogia (forse trilogia) sulla vita di Maria, madre di Gesù.

Nessuno conosce bene la vita di Maria madre di Cristo, sopratutto gli anni dopo la crocifissione di Gesù. Una mistica tedesca, la Beata Anna Katharina Emmerick, all' inizio del 1800, ebbe delle visioni sulla vita di Gesù e di sua Madre, che hanno delineato un quadro sufficientemente esaustivo e biografico, conforme alla tradizione ed ai Vangeli.

Qualche anno dopo la crocifissione di Gesù, Maria si trasferì ad Efeso con l'Apostolo Giovanni e, dopo una intensa vita contemplativa, venne assunta in cielo in corpo ed anima (la dormizione). Proprio ad Efeso la Madonna fu poi riconosciuta nel Concilio del 431 d.c. Madre di Dio la ‘Teotokos’. Da questa narrazione QVQ ha tratto il soggetto e la sceneggiatura originale del film che ripercorre la fuga da Gerusalemme dei primi cristiani ed il loro insediamento ad Efeso. La troupe italiana è stata l'unica ad essere autorizzata dal governo turco a girare sui luoghi archeologici originali, da molti anni a questa parte.

Camilla Nardini (18) giovane attrice Genovese, interpreta mirabilmente una Maria che, seppur sessantatreenne, ha il corpo incorrotto di una 16enne. Giuseppe Laureri (58) interpreta l'apostolo Giovanni, colui al quale Maria è stata affidata da Gesù, sotto la Croce. Ma l'argomento storico e religioso del film non è trattato solo sotto il profilo bibliografico, ma anche umano e teologico. Il film totalmente di produzione italiana, indipendente, a basso budget, spera di avere il riconoscimento di pellicola di interesse culturale. Il film dura circa 2h e 30 minuti. La colonna sonora è del gruppo di rock progressivo .424. (www.424live.org) gli stessi che hanno firmato la colonna sonora del film Ghiaie”.

Il trailer:

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium