/ POLITICA

POLITICA | mercoledì 05 dicembre 2018, 18:18

Immigrazione: la strana alleanza su Decreto Sicurezza e campo Roja tra Ioculano e Chiappori

I due si sono infatti interessati, ognuno per la propria parte, per conoscere le intenzioni del governo sul futuro del campo e gli effetti del Decreto Sicurezza in provincia di Imperia

Immigrazione: la strana alleanza su Decreto Sicurezza e campo Roja tra Ioculano e Chiappori

Una strana alleanza sul tema immigrazione sta nascendo tra il Sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano, (Pd) e Giacomo Chiappori, Sindaco leghista di Diano Marina e responsabile immigrazione di Anci. La questione è quella relativa alla paventata chiusura del campo Roja, nella città di confine, promessa elettorale al momento non mantenuta dalla Lega.

I due si sono infatti interessati, ognuno per la propria parte, per conoscere le intenzioni del governo sul futuro del campo e gli effetti del Decreto Sicurezza in provincia di Imperia. A ringraziare pubblicamente Chiappori per il ruolo svolto è lo stesso Ioculano, su Facebook, commentando un articolo del Secolo XIX proprio sulla vicenda parco Roja.

Prendo atto delle determinazioni del Governo sul centro di accoglienza del Parco Roia. Vorrei comunque ringraziare il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori, per il lavoro e la sincera collaborazione di questi mesi come responsabile immigrazione Anci Liguria”, scrive Ioculano, che a Imperia News aggiunge: “La collaborazione con Chiappori nasce dal fatto che lui ricopre il ruolo di responsabile immigrazione e da subito si è interessato del tema chiedendo delucidazioni per capire la posizione del governo sulla questione Roja”.

Insieme – continua Ioculano – abbiamo discusso del decreto Salvini a Genova, e sono a verbale valutazioni su aspetti che fanno riflettere entrambi, perché se da un momento all’altro non dai una collocazione e ti trovi le persone a dormire per strada, in stazione o alla frontiera, si crea un problema e questo lo si rileva in maniera trasversale, indipendentemente dalle posizioni”.

Tornando alla mancata chiusura del Roja: "Io non ne faccio una polemica con Salvini, prendo solo atto del cambio di posizione rispetto a quello che è stato detto in campagna elettorale, ma lo dico dal punto di vista amministrativo. Mi sembra comunque giusto ringraziare pubblicamente Giacomo che pur interessandosi non ha avuto dei riscontri”.

Io – aggiunge il Sindaco di Diano Chiappori – ho provato a parlare con Salvini e con il Sottosegretario Molteni, per dirgli che il parco va bene perché fermando gli sbarchi qua transita meno gente e quindi ci sono sempre i soliti. Al di là che risposte non ne ho avute, rimane il fatto che bisogna che il governo venga a vedere la situazione, perché se scappa di mano e la gente torna sulle strade ci potrebbero essere seri problemi”, “ma questo – aggiunge - non è di mia competenza. Credo che abbiamo un parlamentare della zona che possa interloquire con chi di dovere, a seconda delle scelte che io non conosco su Ventimiglia. E quindi si dia da fare”.

Entrambi, Ioculano e Chiappori, affermano di non aver avuto un confronto sul tema con Flavio Di Muro, il parlamentare leghista di Ventimiglia eletto alle scorse elezioni.

Io ho scritto al Ministero”, taglia corto Ioculano.

Sono loro che si devono organizzare per mettere a posto le cose, visto che un po’ di polemica c’è stata, – risponde Chiappori - perché quando sono andato a Ventimiglia mi è stato chiesto cosa ci fossi andato a fare, ma rimane il fatto che sono responsabile immigrazione dell’Anci perché lo ha voluto Rixi, una scelta condivisa da quasi tutto il consiglio di presidenza dell’Anci”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore