/ EVENTI

EVENTI | mercoledì 05 dicembre 2018, 16:08

Sanremo: ponte e weekend, triplo appuntamento con lo spettacolo da domani a sabato al Teatro Ariston

Si comincia domani sera alle 21.15 con il grande balletto classico con Il lago dei cigni presentato dai Russian Stars & Moscow State Classical Ballet.

Sanremo: ponte e weekend, triplo appuntamento con lo spettacolo da domani a sabato al Teatro Ariston

Tre spettacoli al Teatro Ariston in questo fine settimana. Si comincia domani sera alle 21.15 con il grande balletto classico con Il lago dei cigni presentato dai Russian Stars & Moscow State Classical Ballet.

Dopo il successo dello scorso anno con La Bella addormentata tornano le stelle della danza classica russa e l'organico del Moscow State Classical Ballet: Alexey Konkin, Sergei Skvortsov, Tatiana Pelmegova, Sergei Fedorkov, solo per citarne alcuni. Artisti eclettici, formati in patria e scelti accuratamente dalla maestra, étoile e produttrice Liudmila Titova, che sarà la loro capofila e impreziosirà il cast con le sue performance. Il Moscow State Classical Ballet by Titova è una delle più prestigiose compagnie di balletto classico di tutta la Russia, ed è conosciuta ed apprezzata a livello internazionale. Attualmente diretto da Liudmila Titova, la Compagnia si pone come principale obiettivo quello di far conoscere al mondo lo splendore della secolare tradizione russa del balletto classico, volgendo lo sguardo anche ad un repertorio più contemporaneo, in linea con le esigenze del pubblico odierno.

L'alto livello artistico e la qualità del repertorio hanno portato la Compagnia a calcare i maggiori palcoscenici al mondo portando in scena l'essenza dell'arte coreutica russa con intramontabili capolavori come “Il Lago dei Cigni” e “Lo Schiaccianoci”, oltre a titoli celebri come “Giselle”, “La Bella Addormentata”, “Cenerentola”, “Romeo e Giulietta", “Don Chisciotte”, “Carmen” e “Spartacus”. Il Corpo di ballo vanta tra le sue fila non solo le sue trenta talentuose étoile provenienti dalle migliori scuole ed accademie di danza mondiali (come il Teatro Bolshoi, il Teatro Mariinksij  e il  teatro Stanislavsky and Nemirovich- Danchenko, templi autentici della danza classica), ma si avvale anche della partecipazione  di straordinarie star del balletto russo che impreziosiscono la scena e elevano ulteriormente lo spettacolo da un punto di vista tecnico.

Venerdì alle 21.15, in collaborazione con il Casino di Sanremo, Alessandro Preziosi, presenta “Vincent Van Gogh – L’odore assordante del bianco” una sorta di thriller psicologico attorno al tema della creatività artistica, che lascerà lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. Di Stefano Massini e con la regia di Alessandro Maggi, questa la trama dell’opera: è il 1889 e l’unico desiderio di Vincent è uscire dalle austere mura del manicomio di Saint Paul. La sua prima speranza è riposta nell’inaspettata visita del fratello Theo che ha dovuto prendere quattro treni e persino un carretto per andarlo a trovare. Come può vivere un grande pittore in un luogo dove non c’è altro colore che il bianco? L’opera sviluppa l’imprevedibile metafora del temporaneo isolamento di Vincent Van Gogh in manicomio.

Sabato alle 21.15 Mario Biondi in concerto accompagnato da una speciale super band composta da Quintorigo, Federico Malaman, Massimo Greco e Tosh Peterson. Una collaborazione che nasce sul palco dell’Umbria Jazz di Perugia lo scorso 21 luglio dove Mario è stato headliner della serata. Graditissimi ospiti sul palco sono stati in quell’occasione proprio i Quintorigo che hanno arricchito di nuove sonorità alcuni dei brani. “E sperimentazione sia! Ho pensato ad un connubio tra il moderno progressive dei Quintorigo, la maestria Jazz-Fusion di Federico Malaman, la grande conoscenza dei sound elettronici e l’esperienza nella pop music di Massimo Greco unita alla giovane e potente arte del diciassettenne Tosh Peterson alla batteria. L’idea è quella di rinnovare e potenziare un repertorio consolidato e fonderlo con novità piene di colori e sounds accattivanti per questo tour teatrale. Vi invito a condividere questa esperienza con noi.”

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore