/ Attualità

Attualità | 01 dicembre 2018, 12:24

Sanremo: con Pigna Mon Amour il via all'apertura di nuove piccole aziende artigiane nel centro storico (Foto)

Avviati alcuni corsi finanziati dal progetto europeo Interreg-Maritime, Italia Francia 2014/2020. Sono destinati a persone seriamente motivate ad avviare una attività nella Pigna. E c'è anche un logo.

Sanremo: con Pigna Mon Amour il via all'apertura di nuove piccole aziende artigiane nel centro storico (Foto)

L’associazione Pigna Mon Amour organizza una serie di corsi gratuiti di: sartoria base, taglio e cucito avanzato, sartoria da arredamento, artigianato digitale creazione di impresa.

I corsi sono finanziati dal progetto europeo Interreg-Maritime, Italia Francia 2014/2020 al quale l’associazione ha aderito e insieme agli altri partner (Dipartimento Architettura e Design dell’Università di Architettura di Genova) Accademia delle belle Arti di Sassari, Artimanos, Chambre des Arts e des Metiers di Nizza, Chambre des Artes e des Metiers di Ajaccio, Insight Risorse Umane, ha creato il progetto Art Lab Net che si propone di lanciare imprese artigianali e artistiche e attraverso queste l’attrattività del territorio nel quale si insediano.

I corsi sono destinati, quindi, a persone seriamente motivate ad avviare una attività nella Pigna. L’associazione inoltre si rivolge a tutti coloro che vogliono mettersi in gioco nel mondo del lavoro o trasferire la propria attività nella Pigna, sostenendoli e offrendo gratuitamente appoggio per la logistica, per la predisposizione del business plan, consulenza  e per l’allestimento dei locali.

L’associazione con i fondi del progetto europeo Interreg-Maritime 2014/2020 ha acquistato macchinari ed ha allestito nei locali concessi in comodato gratuito da Amaie Spa, un laboratorio il fab-lab al quale potranno accedere tutti coloro che insedieranno la propria attività alla Pigna e che potranno utilizzare per produrre ciò che poi potranno vendere negli show room che apriranno nel quartiere.

Il fab lab diventa centro di produzione che consente agli interessati di avviare un’impresa, nella Pigna, senza dover sostenere i costi per l’acquisto di macchinari perché le macchine saranno quelle già acquistate ed istallate nel fab lab al quale gli artigiani potranno accedere abbonandosi.

Chicca Dedali, presidente di Pigna Mon Amour, ha sottolineato l’importanza del progetto: “Pur avendo raggiunto l’obiettivo del progetto, ce ne siamo posti un altro. Quello di avviare attività artigianali nella Pigna e, per questo, stiamo studiando le modalità per mantenere o trasferire le attività nella Pigna, anche attraverso il centro risorse. Offriamo un luogo dove produrre, utilizzando i macchinari del centro mentre, i locali del centro storico potranno ospitare luoghi di co-working, in un progetto rivolto a tutti e non solo alle fasce deboli”.

L’Assessore alle Attività Produttive, Barbara Biale, ha sottolineato l’importanza del progetto: “E’ stato già difficile vincere il bando europeo e, ben volentieri abbiamo accettato di offrire uno spazio per avviare l’attività, sperando che possa diventare un incubatore di impresa. Abbiamo parlato con un responsabile della Filse, in modo che quando partiranno i bandi si possa attivare un incubatore di impresa anche nella città di Sanremo. In questo modo diversi soggetti potranno far partire attività nuove, scambiandosi idee. Abbiamo fatto la stessa cosa con la Regione che, a breve, farà partire alcuni bandi con fondi europei, ma abbiamo anche stanziato delle risorse per chi voglia decidere di rimanere nella Pigna, animando e ravvivandola”.

Oggi, intanto, si tiene l’evento ‘Moda, Stile e Stili di Vita’, una giornata densa di appuntamenti tra le 9 e le 22.30, con la musica degli 'Adventures' che, in piazza Cassini, allestiranno un DJ set. Fino alle 20, sempre in piazza Cassini e piazza Nota c'è ‘Mettiti nei miei panni - Sbaracco', azione di riciclo e scambio di abiti aperta a tutti e a cui tutti possono partecipare portando i vestiti che non usano più; l’azione serve a spiegare, con i fatti, il concetto del ‘riuso’ comportamento alla base del vivere sostenibile e tema della giornata.

Intanto è stato anche presentato il nuovo logo della Pigna, stato realizzato dagli studenti del dipartimento architettura e design, Alessandro Chiosi ed Elena Geria, vincitori del concorso ‘Un logo per la Pigna’, promosso da Unige (dipartimento architettura e design), sotto la guida del prof. Adriano Magliocco, nell’ambito del progetto art lab net interreg maritime 2014/2020. Il logo potrà essere utilizzato dagli artigiani della Pigna quale marchio di garanzia e di appartenenza al progetto.

Per info si può scrivere a centrorisorsedellapigna@gmail.com

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium