/ Attualità

Attualità | 29 novembre 2018, 17:59

Sanremo: deserto il bando per la gestione di bar e ristoranti del Casinò, ora si cerca un'azienda disponibile

Diverse le manifestazioni di interesse negli ultimi mesi ma nessuno si è fatto avanti concretamente. Il problema più grosso sembra legato al numero ed al costo dei dipendenti.

Una serata di gala al Roof Garden

Una serata di gala al Roof Garden

E’ andato deserto il bando per la gestione dei ristoranti e dei bar del Casinò di Sanremo ed ora, la società di gestione dell’azzardo matuziano deve trovare una soluzione, visto che l’affidamento è stato momentaneamente prorogato alla ‘New Generation’, ma si può ancora trovare una soluzione.

Negli ultimi tempi, infatti, una decina di aziende provenienti da tutta Italia hanno fatto quelli che in gergo vengono denominati sopralluoghi tecnici, dopo aver manifestato il proprio interesse. Al termine delle visite, però, nessuna delle aziende ha presentato un’offerta per il bando. La situazione è ancora in stand-by e, al momento, se ci fosse un’azienda interessata, questa potrebbe ancora presentare una richiesta. Proprio per questo la società di gestione della casa da gioco ha contattato altre società che si sono dimostrate interessate e che stanno facendo i loro sopralluoghi.

Al momento ristoranti e bar rimangono alla ‘New Generation’ ma i problemi non sono pochi, con dipendenti e sindacati sempre pronti a scendere sul piede di guerra. Nel bando proprio dal Casinò, tra l’altro, sono state inserite alcune novità rispetto ai precedenti, tra le quali l’apertura del ristorante ‘Biribissi’ all’esterno. Quindi la possibilità di clienti che non sono nella casa da gioco, di accedere al ristorante.

Quali sono i problemi più grossi per rendere appetibile la gestione di bar e ristoranti del Casinò? Dalle classiche voci di corridoio le aziende interessate avrebbero espresso perplessità per il numero ed il costo orario dei dipendenti, quella che viene evidenziata come la ‘clausola sociale’. Il costo non rispecchierebbero quello del mercato, dove un dipendente medio del settore costa 18 euro l’ora mentre al Casinò costa 25.

Oltre a questo uno dei motivi del fallimento delle gestioni che negli ultimi anni hanno condotto bar e ristoranti, forse risiede nel pensare che gli stessi potessero guadagna esclusivamente sui clienti del Casinò, intesi come giocatori o partecipanti ad eventi organizzati dalla Spa.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium