/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2018, 07:21

Imperia: la mobilità sostenibile protagonista con Edumob, la responsabile Muraglia "Educare, progettare e condividere per un maggior uso della bicicletta" (Foto e video)

Cofinanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra 2014-2020, che vede Regione Liguria come autorità capofila e il Dipartimento delle Alpi Marittime come partner francese, ha l'obiettivo di favorire il cambiamento di comportamenti sulla mobilità di residenti e turisti, sul territorio di confine tra la Liguria e la regione Provence Alpes Cote d’Azur

Imperia: la mobilità sostenibile protagonista con Edumob, la responsabile Muraglia "Educare, progettare e condividere per un maggior uso della bicicletta" (Foto e video)

"Educare e rendere le persone consapevoli di quanto sia importante la mobilità sostenibile con progetti concreti", sotto questo auspicio si è svolto ieri un importante convegno di Edumob, presso la Camera di Commercio di Imperia, dal tema "Progettare, condividere, comunicare la mobilità sostenibile".

Una giornata di lezioni tecniche, normative, pratiche e di generale condivisione di esperienze positive con esperti del settore che ha visto la numerosa partecipazione di amministratori locali, tecnici, personale scolastico e persone interessate.

Edumob, cofinanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra 2014-2020, che vede Regione Liguria come autorità capofila e il Dipartimento delle Alpi Marittime come partner francese, ha l'obiettivo di favorire il cambiamento di comportamenti sulla mobilità di residenti e turisti, sul territorio di confine tra la Liguria e la regione Provence Alpes Cote d’Azur come ha spiegato a Imperianews Laura Muraglia responsabile del progetto e funzionaria del settore Sviluppo Sostenibile di Regione Liguria:

"Il tema è quello dell'educazione alla mobilità sostenibile con particolare riferimento all’uso della bicicletta per la popolazione residente e per i turisti. Il progetto sviluppa anche una serie di azioni pilota sul territorio di alcuni comuni di confine della provincia in particolare: Ventimiglia, Bordighera e Vallecrosia sui quali abbiamo sviluppato la progettazione definitiva delle piste ciclabili sull’asse costiero e stiamo finendo la progettazione esecutiva. Da qui i comuni faranno un bando per la realizzazione di alcune tratte di pista ciclabile che interessano appunto queste cittadine e in alcuni casi le collegano tra di loro come per Bordighera e Vallecrosia.

La Francia invece ha tre tratte da realizzare una delle quali è su Mentone, quindi al confine, e anche su quest’area la Regione Liguria sta lavorando per unire i progetti. Quest’idea progettuale nasce anche dal fatto che Regione Liguria è molto impegnata sull’argomento. Il Ministero ha una serie di azioni finanziate che andranno avanti nei prossimi anni tra cui la realizzazione della ciclovia tirrenica e quindi la Liguria si sta muovendo per avere un ampio chilometraggio di ciclabili che colleghino tutta la costa, oltre ad alcuni assi nell’entroterra.

Nella provincia di Imperia ha già tanti tratti di ciclabile e anche lo stesso comune capoluogo è impegnato per avere una propria ciclabile, in questa logica cerchiamo di tenere uniti i vari progetti per far sì che si arrivi alla fine a un’unica grande ciclabile che colleghi tutti i comuni della provincia".

Sul convegno di oggi: "Abbiamo promosso, come Regione Liguria, il convegno di oggi insieme al Centro Educazione Ambientale del Parco Alpi Liguri che abbiamo coinvolto nel progetto. L’obiettivo è quello di educare e di fare formazione per i tecnici, per gli amministratori, per i professionisti che lavorano sul territorio per aiutarli a progettare meglio le piste ciclabili. Nel pomeriggio ci siamo rivolti invece agli insegnanti e ai dirigenti scolastici per educare i ragazzi coinvolgendo quasi tutte le scuole primarie della provincia che stanno svolgendo in questi mesi dei corsi di educazione ambientale con alla fine la progettazione, insieme ai comuni, di percorsi casa-scuola sostenibili in bici. Cerchiamo di portare anche le famiglie e gli studenti a usare di più la bicicletta in questa provincia”.

Come detto anche una parte tecnica di progettazione e realizzazione curata in parte dall’ingegner Enrico Chiarini: "Nel seminario odierno si parla di mobilità sostenibile sotto tanti punti di vista. La parte tecnica di progettazione e pianificazione ha un ruolo importante così come la condivisione e la comunicazione. Tanti aspetti toccati, io nel dettaglio ho parlato appunto di pianificazione dei percorsi.

La bicicletta è sicuramente il mezzo del futuro. Molti dati ci dicono che stiamo andando nella direzione giusta, abbiamo tanti esempi all’estero in cui la mobilità sostenibile fa forza sull’andare a piedi e sulla bicicletta. Per citare un esempio a Copenaghen gli spostamenti in bici hanno superato il 60% del totale. Anche in Liguria c’è spazio per la mobilità sostenibile non bisogna porsi eccessivi problemi anche per ciò che concerne la morfologia del territorio perché ormai tutto è parzialmente superabile grazie alle nuove tecnologie, dotandosi di bici a pedalata assistita ad esempio. In altre aree serve studiare l’aspetto della condivisione del traffico approfondendolo e cercando di arrivare a una risoluzione".

La diretta del convegno

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium