/ POLITICA

In Breve

martedì 25 giugno

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 20 novembre 2018, 09:11

Sanremo: Confartigianato "Dopo i danni alle imprese balneari una proroga di tre anni nelle concessioni"

L’associazione di artigiani ha infatti scritto una lettera ufficiale al sindaco Alberto Biancheri e all’Assessore Mauro Menozzi, in cui evidenzia le problematiche economiche derivate dagli eventi meteo marini di quelle due giornate.

Sanremo: Confartigianato "Dopo i danni alle imprese balneari una proroga di tre anni nelle concessioni"

“Una proroga di ulteriori tre anni sulla scadenza naturale delle singole concessioni”. Questa la richiesta della Confartigianato avanzata al Comune di Sanremo, e a tutti gli altri Comuni della provincia di Imperia interessati, dopo i gravi danni subìti dalle imprese balneari a seguito del maltempo del 29 e 30 ottobre scorsi.

L’associazione di artigiani ha infatti scritto una lettera ufficiale al sindaco Alberto Biancheri e all’assessore Mauro Menozzi, in cui evidenzia le problematiche economiche derivate dagli eventi meteo marini di quelle due giornate. “Le opere di rinaturalizzazione e di miglioramento della qualità e funzionalità degli impianti balneari, realizzate sulla base dei criteri del bando di gara e delle relative aggiudicazioni delle concessioni demaniali, hanno subìto rilevanti ed irrimediabili danni – ha detto Gianni Canale, coordinatore di Oasi Balneari Confartigianato - portando così di fatto ad una totale perdita degli investimenti finanziari ed economici intrapresi. Per porre rimedio e favorire da parte dei concessionari nuove proposte per la ripresa e l’innovazione delle proprie attività, proponiamo una proroga di altri tre anni sulla scadenza naturale delle concessioni”.

Un ulteriore invito avanzato è quello relativo all’effettuazione di opere a difesa della costa e del litorale dall’erosione marina, in particolare nei tratti di costa comunale Punta San Martino-Villa Capo Verde e Pian di Poma-Lido Foce. “Invitiamo l’Amministrazione, con la massima urgenza consentita,  a promuovere presso le strutture competenti Regionali progetti  per interventi efficaci ed alternativi a quelli tradizionalmente intesi come ‘scogliere’; mediante l’installazione di geotubi ed un’azione di rinascimento – prosegue Canale – oltre a ricercare finanziamenti europei che possano essere utilizzati per questi scopi”.

Intanto la Confartigianato comunica che la Banca di Caraglio ha messo a disposizione un plafond di 5 milioni di Euro dedicato appositamente ai danni causati dagli eventi atmosferici di questo ultimo periodo. I destinatari sono tutte le persone che hanno subìto danni alle abitazioni e le aziende con danni a immobili, attrezzature e colture. L’importo servirà come copertura fino all’80% del danno subìto, con un importo massimo concedibile pari ad 50 mila Euro. “Desideriamo ringraziare la Banca di Caraglio che ha messo a disposizione un plafond con condizioni vantaggiose per le imprese colpite da questi eventi meteo marini, e tutti gli altri istituti di credito che si vorranno unire – conclude la Confartigianato – Siamo a disposizione di tutte le imprese che avessero bisogno di assistenza per pratiche di finanziamento (ufficio credito 0184/524510)  e di quantificazione e segnalazione dei danni”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium