/ Politica

Politica | 20 novembre 2018, 15:49

Imperia: i big della Lega non sposano il nuovo progetto di Giulio Ambrosini. Filieri "Porterà via qualche voto, ma niente di più"

“Ognuno sceglie il proprio destino, ad Ambrosini auguro buona fortuna, senza polemiche, saranno i fatti a dimostrare chi ha ragione e chi ha torto. Dispiace solo che in questa provincia ci siano state delle fratture”

Imperia: i big della Lega non sposano il nuovo progetto di Giulio Ambrosini. Filieri "Porterà via qualche voto, ma niente di più"

Ognuno sceglie il proprio destino, ad Ambrosini auguro buona fortuna, senza polemiche, saranno i fatti a dimostrare chi ha ragione e chi ha torto. Dispiace solo che in questa provincia ci siano state delle fratture”. Risponde così il segretario cittadino della Lega di Imperia, Giulio Filieri, a Imperia News in merito al nuovo progetto 'Lega Ligure' lanciato ieri dall’ex segretario provinciale Giulio Ambrosini di una nuova Lega Nord in Liguria.

Una scelta, quella di Ambrosini, sicuramente figlia di quanto accaduto durante la campagna elettorale delle comunali di Imperia, quando fu messo alla porta dal segretario regionale, oggi sottosegretario Edoardo Rixi, per il suo appoggio a Claudio Scajola. Nei giorni scorsi Rixi ha rilasciato un’intervista spiegando che la Lega non sarà più alleata con Forza Italia, a partire dalle amministrative che in provincia di Imperia si terranno a Sanremo e Ventimiglia.

Sono compiti della segreteria provinciale, decisioni prese, secondo me, giustamente che non fanno una piega. I fuoriusciti faranno la loro strada, potranno portare via qualche voto, ma niente di più”, continua Filieri che sulle dichiarazioni di Rixi mostra spirito di appartenenza alla Lega.

Sono sempre d’accordo con la linea dei vertici del partito, condivido le dichiarazioni di Edoardo, le condivido sempre come quelle del nostro segretario federale Matteo Salvini, e naturalmente quelle del segretario provinciale Alessandro Piana. Non so ancora se ci sarà una riappacificazione o una rottura definitiva, ma a oggi Forza Italia è all’opposizione, ci vota contro o esce dall’aula in Parlamento”.

Per Filieri tuttavia la partita non è ancora chiusa in vista delle Europee. "Governiamo insieme in Liguria, in Lombardia e Veneto e in altri comuni, per cui credo che in Forza Italia ci sia una parte con cui evidentemente si può ragionare. Anche le dichiarazioni di Toti su Mulè mi sembrano chiare”.

Filieri conclude tracciando un bilancio sullo stato di salute del suo partito, lasciandosi andare a uno slogan. “La Lega è al 32%, il consenso c’è, il programma lo stiamo attuando pian piano… Viva la Lega e viva Salvini!”.

Anche Monica Gatti, capogruppo del Carroccio in Consiglio Comunale sposa la linea del suo segretario. “Io rimango nell’unica Lega, che è la Lega Liguria Salvini, che è unita e va avanti lungo il suo percorso. Non conosco i motivi della nascita del nuovo progetto di Ambrosini, ma la ritengo una scelta personale. Ognuno se ne assumerà le conseguenze”.

Dello stesso pensiero Giacomo Chiappori, Sindaco di Diano Marina che non sempre è stato d’accordo con la linea del partito, ma sceglie comunque di continuare a farne parte. “Ambrosini ha fatto una scelta, per me la Lega è ancora la mia, perché l’ho costruita io”. 

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium