/ Politica

Politica | 20 novembre 2018, 08:39

Elezioni comunali Sanremo 2019: querelle Lega-Forza Italia, tra i due litiganti il terzo non si preoccupa. FdI: “Siamo dentro il ‘modello Toti’, in Liguria centrodestra unito”

“Siamo consapevoli che possono esserci frizioni a livello nazionale, ma non confondiamo le diatribe di Roma con quelle locali”

Michele Gandolfi, coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia

Michele Gandolfi, coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia

Tiene ancora banco su scala nazionale e locale la querelle tra Lega e Forza Italia dopo le pensanti dichiarazioni del Vice Ministro Edoardo Rixi. Secondo Rixi Forza Italia non sarebbe stato più un “alleato affidabile” e non ci sarebbero più stati “gli elementi per andare insieme alle amministrative in Liguria”. Considerazioni che hanno fatto saltare la presentazione della coalizione Lega - Forza Italia - Fratelli d’Italia a sostegno del candidato sindaco del Gruppo dei 100 Sergio Tommasini.

Su scala locale Forza Italia e Lega confermano il loro appoggio congiunto a Sergio Tommasini mentre a Ventimiglia pare che le due parti siano ormai definitivamente divise.

E, in mezzo, c’è Fratelli d’Italia, terza forza del ‘modello Toti’. A Sanremo Fratelli d’Italia teme ripercussioni per le parole di Rixi? A parlare ai nostri microfoni è il coordinatore cittadino Michele Gandolfi: “Non abbiamo niente a che vedere con le discussioni a livello nazionale, siamo dentro il ‘modello Toti’, siamo consapevoli che in Liguria esiste un centrodestra unito. Possono esserci delle frizioni su scala nazionale ma non ci sono a Sanremo e ora definiremo la coalizione a sostegno di Sergio Tommasini. Non fare la cosa più grossa di quella che è”.

Noi abbiamo fatto tutti i nostri passaggi, da Giorgia Meloni a Gianni Berrino fino alla base, siamo partiti dal basso e abbiamo preso una decisione - prosegue Gandolfi - non voglio fare valutazioni in casa d’altri, Sanremo è una piazza importante ma non dobbiamo confondere le diatribe di Roma con le dinamiche locali. Se siamo preoccupati? Assolutamente no”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium