/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2018, 08:55

Sanremo: Tassa di Soggiorno, Biancheri: “Da giugno 2019 l’Assessorato al Turismo avrà più possibilità di investimento, la città può cambiare” (Video)

Il primo cittadino commenta l’entrata in vigore della tassa che servirà per finanziare la promozione e le manifestazioni

Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo

Alberto Biancheri, sindaco di Sanremo

La Tassa di Soggiorno è realtà. Con il voto del consiglio comunale è arrivato il ‘sì’ definitivo all’introduzione della tassa che sarà in vigore dal giugno del 2019 ma i cui benefici potranno vedersi già da gennaio.

Il lavoro dell’assessore al Turismo Marco Sarlo e delle associazioni di categoria ha dato i propri frutti e ora non resta che entrare nel lato operativo dell’operazione. Grande soddisfazione per il sindaco Alberto Biancheri che ha così commentato ai nostri microfoni l’introduzione della tassa: “Partirà dal giugno 2019 e sarà utilizzata al 100% per il turismo, il 60% per la promozione e il 40% come tassa di scopo per manifestazioni e strutture turistiche. C’è stato un grande lavoro da parte dell’assessore Sarlo e delle associazioni, ci siamo confrontati per fare un lavoro comune”.

Quali i benefici? Spiega Biancheri: “Dal 2019 l’assessorato al Turismo avrà maggiori possibilità di investimento. Con questi fondi Sanremo può cambiare, basti vedere Genova quanto è cresciuta grazie alla Tassa di Soggiorno. È stata introdotta proprio per questo scopo, per far crescere la città e per portare più turisti sul nostro territorio”. 

La Tassa di Soggiorno si pagherà a Sanremo da giugno e porterà un introito stimato di circa un milione all’anno ma, grazie all’anticipo, già da gennaio saranno a disposizione 50 mila euro per stendere il marketing plan 2019 e iniziare con la promozione della città nelle principali fiere europee come Londra e Berlino.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium