/ Cronaca

Cronaca | 19 novembre 2018, 19:40

Imperia: addio al partigiano Carlo Trucco 'Girasole', combattè a fianco di Felice Cascione. Il ricordo del presidente Anpi Ugo Mela

Durante la Resistenza è stato impegnato per la gran parte del tempo nell’ospedale da campo di Valcona, oltre che nelle montagne imperiesi dove ha combattuto a fianco del fratello Giovanni Battista ‘Titén’ e di Felice Cascione, la cui attività ha ricordato più volte nel corso degli anni

Imperia: addio al partigiano Carlo Trucco 'Girasole', combattè a fianco di Felice Cascione. Il ricordo del presidente Anpi Ugo Mela

Addio al partigiano Carlo Trucco, ‘Girasole’ morto questo pomeriggio all’età di 92 anni. Durante la Resistenza è stato impegnato per la gran parte del tempo nell’ospedale da campo di Valcona, oltre che nelle montagne imperiesi dove ha combattuto a fianco del fratello Giovanni Battista ‘Titén’ e di Felice Cascione, la cui attività ha ricordato più volte nel corso degli anni.

Il cordoglio arriva da tutta la politica imperiese e dall’Anpi: "Era andato in montagna a 18 anni. - lo ricorda il presidente Anpi Ugo Mela a Imperia News - Veniva da una famiglia antifascista, si è iscritto al partito comunista giovanissimo. Era stato il fratello che l'aveva portato in montagna. Si è aggregato alla brigata di Cascione, da lì si riallaccia l'attività di infermiere a quello che era stato l'ospedale dei partigiani a Valcona, vicino Piaggia".

Trucco è stato anche uno degli artefici della costruzione del museo di Carpasio sul vecchio rudere del comando generale della prima zona Liguria. Dopo il recupero, fortemente voluto da 'Girasole', il museo è diventato molto frequentato da scuole e da turisti, soprattutto stranieri che venogno a conoscere la realtà della Seconda Guerra Mondiale".

Trucco è conosciuto anche come il 'Che Guevara' della Resistenza perché ha fortemente voluto il parallelo tra l'eroe della Resistenza cubana con Felice Cascione. "E' stato diverse volte a Cuba, promuovendo una forma di gemellaggio parallelo su queste figure. E' stato anche presidente di una sezione dell'Arci di Imperia. Si è sempre dato da fare per mantenere vivo il ricordo della Resistenza", conclude Mela.

Trucco, come evidenziato anche dalla sezione locale di ‘Potere al Popolo’, fino all'ultimo si è battuto per difendere i valori della Resistenza e della Costituzione: “Il suo antifascismo è stato apprezzato soprattutto tra i giovani ai quali ha saputo spiegare con dedizione l'insegnamento e i valori della lotta di liberazione e il sacrificio dei suoi giovani migliori”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium