/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2018, 18:32

Dopo 53 anni una 'nuova' Caserma per i Carabinieri di Badalucco, è terminato il trasferimento negli uffici

Un trasferimento di pochi metri rispetto ai vecchi uffici ma che garantirà un'ottimizzazione di spazi ed un considerevole risparmio economico.

Dopo 53 anni una 'nuova' Caserma per i Carabinieri di Badalucco, è terminato il trasferimento negli uffici

Nei giorni scorsi sono terminati i lavori di trasferimento per i Carabinieri di Badalucco. I militari del distaccamento, guidati dal comandante di stazione, il maresciallo maggiore Alessio Zanardo, hanno preso possesso dei nuovi locali.

La caserma badalucchese si trova a pochi metri di distanza dalla precedente, in fondo a via Eugenio Bianchi, al numero civico 2, sull’incrocio con via Ugo Secondo Partigiano, ovvero la SP 548 che attraversa il paese. Inoltre è cambiato anche il numero di telefono per raggiungere il distaccamento. I militari risponderanno allo 0184 40 80 57.

Questo trasferimento è una soluzione che comporta un’ottimizzazione di spazi con un considerevole risparmio in termini economici e quindi una razionalizzazione di risorse a fronte di un servizio migliore. Infatti, prima i militari si trovavano in un’immobile in affitto in cima alla stessa via ma da quando il Corpo Forestale dello Stato è stato assorbito dai Carabinieri, dando vita ai Carabinieri Forestali, è stato possibile ipotizzare un’unione delle due caserme. Del resto, l’edificio in dotazione ai Forestali, oltre ad essere demaniale, è più recente, rimane più visibile sulla strada e gode di numerose stanze ed uffici oltre ad un generoso spazio all’aperto capace di ospitare il parco mezzi di entrambe le divisioni dell’Arma.  

Questa novità logistica mette anche la parola fine sulla possibilità che i Comuni di Badalucco e Montalto Carpasio, possano perdere il presidio dei Carabinieri. Una eventualità diventata concreta nel 2014, quando sull’onda dei tagli alla spesa pubblica, si arrivò anche ad ipotizzare l’eliminazione di alcuni distaccamenti della Benemerita considerati periferici, a causa soprattutto degli affitti pagati. Di fronte alla possibilità di perdere la presenza fisica dei Carabinieri in paese, ci fu un forte impegno dell’amministrazione comunale badalucchese guidata dal sindaco Walter Bestagno ed in fretta e furia venne trovata una soluzione. Poi il trasferimento non andò più in porto a causa del cambio ai vertici di Governo, questioni locali e soprattutto l'imminente scomparsa del Corpo Forestale dello Stato che sarebbe entrato a far parte dei Carabinieri di lì a breve.

Ove possibile la Benemerita ha dimostrato grande interesse nel preservare i suoi distaccamenti anche nell'entroterra. Oggi, la Valle Argentina vanta la presenza dell?Arma, sia della stazione che Forestali, a Badalucco e Triora. Proprio nel paese delle streghe, recentemente, sono arrivati nuovi Carabinieri (LEGGI LA NOTIZIA QUI). In questo modo viene garantita un'azione preventiva efficace e costante nel controllo del territorio dando così anche una risposta adeguata alle esigenze degli abitanti di questi borghi. La nuova Caserma badalucchese rientra a pieno titolo in questo 'investimento' per la vallata. Dopo 53 anni trascorsi in via Eugenio Bianchi 8, per i Carabinieri si apre ufficialmente un nuovo capitolo della storia che lega l'Arma a Badalucco.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium