/ Politica

Politica | 17 novembre 2018, 12:32

Scontro al Governo sugli inceneritori, anche il M5S Sanremo contro la Lega: “Salvini può fare tutte le provocazioni che vuole, da lui affermazioni assurde”

Parla Paola Arrigoni: “Siamo coerenti e saremo sempre al fianco di tutti i cittadini a difesa della salute e dell’ambiente e quindi affermiamo decisi: no agli inceneritori”

Paola Arrigoni, MoVimento 5 Stelle Sanremo

Paola Arrigoni, MoVimento 5 Stelle Sanremo

Su scala nazionale tiene banco la polemica tra Lega e MoVimento 5 Stelle a seguito delle dichiarazioni del Vice Premier Matteo Salvini. La sua è una provocazione che mina una delle certezze dei pentastellati, quella tutela dell'ambiente che è da sempre loro cavallo di battaglia, specie nella politica locale.

Salvini ha affermato di volere un inceneritore in ogni provincia, una soluzione drastica per risolvere il tema dei rifiuti. E in provincia di Imperia quello degli inceneritori è argomento a dir poco delicato.

In merito abbiamo voluto sentire l'opinione del MoVimento 5 Stelle di Sanremo, promotore di lunghe battaglie per evitare l'ampliamento della discarica di Collette Ozotto e, nello specifico, forte oppositore del possibile arrivo di un inceneritore in zona.

No agli inceneritori, questo da sempre - attacca Paola Arrigoni, consigliere M5S di Sanremo - noi localmente abbiamo fatto una strenua battaglia contro le discariche fino ad arrivare a fare un presidio di un anno davanti all’ultima per cercare di impedirne la costruzione, abbiamo presentato esposti e petizioni, anche a Bruxelles, sempre a tutela della salute e dell’ambiente. Quando a Sanremo nella passata amministrazione si era paventata l’idea di un inceneritore abbiamo fatto di tutto per impedirlo. Ora stiamo chiedendo, da un anno, che questa amministrazione faccia carotaggi al più presto nel piazzale Ciuvin per capire cosa stia stato seppellito sotto quella gettata di cemento. Abbiamo scoperto ed impedito che una nuova discarica passasse nel nuovo PUC”.

E poi le dichiarazioni in merito a quanto affermato da Matteo Salvini: “Abbiamo sempre lottato con ogni mezzo a difesa del territorio e della salute di tutti e le affermazioni del vice presidente Matteo Salvini che vorrebbe “un termovalorizzatore per ogni provincia” sono estremamente assurde e gravi e dimostra di non sapere di cosa stia parlando. No agli inceneritori è sempre stato un pilastro fondamentale della politica del M5S non è nel contratto di governo e quindi Salvini può fare tutte le provocazioni che vuole ma il M5S sarà irremovibile.  Il nuovo Ministro dell’ambiente Sergio Costa è un generale che ha combattuto la terra dei fuochi e che crede nello Stato, ha seguito indagini internazionali sul traffico illecito di rifiuti oltre che collaborare con la Direzione nazionale Antimafia sempre nello stesso ambito afferma: “Quello che ho sempre detto, e quello per cui stiamo lavorando dal primo giorno, non cambia. L'incenerimento è il fallimento del ciclo integrato dei rifiuti.” Il Ministro inoltre sta preparando una nuova legge in difesa dell'ambiente, ne ha parlato ad Italia 5 Stelle. In questa nuova legge saranno fondamentali: la prevenzione e la bonifica. Chi non rispetterà questo afferma: "la mannaia dello Stato dovrà cadere, perché chi inquina deve pagare! I criminali fuori dalla nostra terra”. Vorrei ricordare che sul nostro territorio sono state sbancate colline per riempirle di rifiuti, sei discariche che hanno devastato un territorio prima incontaminato, ricoperto da macchia mediterranea. Abbiamo già pagato un prezzo altissimo in termini di salute e di distruzione dell’ambiente, siamo contrari al mega impianto del biodigestore, figuratevi se mai potremmo accettare anche solo l’idea assurda di un inceneritore”. 

Siamo coerenti - conclude Paola Arrigoni - e saremo sempre al fianco di tutti i cittadini a difesa della salute e dell’ambiente e quindi affermiamo decisi: No agli inceneritori e non cambieremo mai idea su questo. Questo è certo”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium