/ POLITICA

In Breve

lunedì 10 dicembre
domenica 09 dicembre

POLITICA | mercoledì 14 novembre 2018, 18:22

Bordighera: 2,9 milioni di danni per la mareggiata di fine ottobre, la Rotonda di Sant’Ampelio fra le più colpite

Ingenito “Il manufatto corrisponde al progetto, ma necessario prolungare il pennello di scogli del Caranca a protezione della struttura. Quando mi sono insediato ho ritenuto fondamentale accertarmi della conformità del manufatto rispetto al progetto, e questo mi è stato certificato dalla direzione lavori."

Bordighera: 2,9 milioni di danni per la mareggiata di fine ottobre, la Rotonda di Sant’Ampelio fra le più colpite

“Abbiamo chiesto ai progettisti di prolungare il pennello di scogli davanti al Caranca a protezione della struttura.” A dirlo è il Sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito in merito ai danni causati dalla mareggiata che ha colpito la città delle palme nelle settimane scorse. Fra le zone più colpite, oltre al porto, anche la Rotonda di Bordighera, il cui cantiere è ancora aperto. 

Pensa che sia stato sbagliato il progetto? Abbiamo chiesto al primo cittadino a seguito del grave evento calamitoso che ha colpito la città, ma secondo Ingenito il manufatto corrisponde a quanto pensato e previsto, solo in questa fase si rende necessario un intervento a protezione della struttura: “Quando mi sono insediato - ha spiegato al nostro giornale - ho ritenuto fondamentale accertarmi della conformità del manufatto rispetto al progetto, e questo mi è stato certificato dalla direzione lavori. 

Sappiamo che la Rotonda è stata costruita secondo quelli che erano gli elementi principali contenuti dal progetto che, tra gli altri, aveva come obiettivo quello di consentire una visuale aperta anche dalla chiesa di Sant’Ampelio. Evidentemente è stato necessario tenere la soletta ad un livello molto basso, evidentemente, quest’ultima è soggetta a possibili danni dovuti alle mareggiate ed è per questa ragione che deve essere protetta.” 

E’ per questa ragione che nella progettazione del pennello di scogli, divelto dalla mareggiata, e che dovrà essere ricostruito proprio davanti al Ristorante Amarea e ai Bagni Caranca, è stato richiesto un prolungamento che vada quindi a realizzare una nuova scogliera proprio davanti alla Rotonda, nell'intento che questa possa scongiurare, in futuro, eventi simili. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore