/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 13 novembre 2018, 17:04

Opere realizzate in difformità da concessione. La parrocchia di Cristo Re chiede una sanatoria per alcuni garage costruiti negli anni '80

La parrocchia di Cristo Re, trentacinque anni fa ha costruito alcuni garage in difformità di concessione con il permesso edilizio. Un piccolo abuso riguardante una differenza tra quanto costruito e quanto contenuto nel progetto iniziale

Opere realizzate in difformità da concessione. La parrocchia di Cristo Re chiede una sanatoria per alcuni garage costruiti negli anni '80

Tra le numerose pratiche edilizie attenzionate ogni mese dall’ufficio Urbanistica del Comune di Imperia, una, forse per la sua particolarità ha provocato non poca curiosità.

Non tanto per la natura, ma per chi ne è coinvolto. La parrocchia di Cristo Re, trentacinque anni fa ha costruito alcuni garage in difformità di concessione con il permesso edilizio. Un piccolo abuso riguardante una differenza tra quanto costruito e quanto contenuto nel progetto iniziale.

Niente di irrimediabile, ed è per questo che il parroco, don Giampiero Serrato, estraneo totalmente ai fatti perché accaduti prima del suo insediamento, nei giorni scorsi ha presentato richiesta di sanatoria che costerà alla chiesa il pagamento di una ammenda di circa 2mila euro.

Per chi si chiede come mai l’abuso sia stato comunicato solo di recente dopo tutti questi anni, è presto detto. Il sacerdote ha infatti presentato domanda in Comune per una nuova costruzione, che riguarda altri due piani di garage, sopra i quali, secondo il progetto, sorgerà un campetto da calcio. Dall’ufficio Urbanistica, visionando la pratica si sono accorti della difformità datata 1983, obbligando così la parrocchia a sanare.

Contattato da Imperia News, don Serrato si è rifiutato di spiegare l’accaduto, infuriandosi con chi ha divulgato la notizia.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium