/ Attualità

Attualità | 23 ottobre 2018, 12:42

Sanremo: tassa di soggiorno ora è ufficiale, firmato questa mattina al 'Tavolo del turismo' l'accordo con le categorie

Dai 50 centesimi per i camper ai 3 euro per gli hotel di lusso (i 4 stelle pagheranno 2 euro). Domani è previsto il passaggio in Giunta.

Sanremo: tassa di soggiorno ora è ufficiale, firmato questa mattina al 'Tavolo del turismo' l'accordo con le categorie

E’ stato firmato questa mattina, nel corso del ‘Tavolo del turismo’ l’accordo per la tassa di soggiorno a Sanremo. Già nei giorni scorsi l’Assessore Marco Sarlo lo aveva confermato al nostro giornale e, questa mattina è arrivata la conferma ufficiale, con la firma dello stesso Amministratore matuziano con tutte le categorie.

Mentre sono ormai realtà le tre nuove app e il nuovo sito promozionale “Sanremo Plus”, in questi giorni è stata ufficializzata l’annunciata introduzione della tassa di soggiorno. Dai 50 centesimi per i camper ai 3 euro per gli hotel di lusso (i 4 stelle pagheranno 2 euro), finalmente anche a Sanremo i turisti pagheranno la tassa giornaliera che, nelle intenzioni di amministrazione e albergatori, servirà per il proprio 60% al finanziamento delle attività promozionali della città.

È il frutto di una serie di incontri con gli albergatori – ha detto ai l’assessore al Turismo del Comune di Sanremo Marco Sarlo – noi abbiamo accettato e preso in considerazione tutte le proposte che hanno presentato. Ieri è stato formalizzato il protocollo di intesa, entro oggi avranno la bozza e la prossima settimana formalizzeremo il documento sul quale si basa l’applicazione della tariffazione e l’utilizzo del 60% degli introiti per l’attività commerciale già dal 2019. Le associazioni hanno ottenuto dal Comune di anticipare i fondi per l’attività commerciale. Si prevede l’introduzione dopo tutto l’iter che prevede prima la giunta, poi il consiglio comunale entro la fine di novembre. La tassa sarà applicata dopo il giugno 2019”.

E’ stato anche stabilito che le tariffe e le regole per l’applicazione non saranno in vigore in bassa stagione ad eccezione della settimana del Festival e del periodo di Capodanno, non la pagheranno i ragazzi fino ai 14 anni e non si pagherà dopo il quinto giorni di permanenza. Dopo la firma di oggi domani è previsto il passaggio in Giunta.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium