/ POLITICA

POLITICA | venerdì 12 ottobre 2018, 07:14

Ventimiglia: avviati i lavori per la realizzazione dello scolmatore di largo Torino, ottimizzerà lo smaltimento delle acque piovane fra via San Secondo e il passaggio a livello (Foto)

Un’opera che l’Amministrazione potrà realizzare grazie ad una parte dell’avanzo di Bilancio. In questo modo si andranno a raccogliere le acque di largo Torino, via Tenda e, inevitabilmente, anche della sopraelevata, che non sono poche.

Ventimiglia: avviati i lavori per la realizzazione dello scolmatore di largo Torino, ottimizzerà lo smaltimento delle acque piovane fra via San Secondo e il passaggio a livello (Foto)

Sono iniziati i lavori per la realizzazione dello scolmatore in largo Torino che sarà utili allo smaltimento delle acque piovane fra via San Secondo e il passaggio a livello. Quest’ultimo si è reso necessario a seguito del completamento del sottopasso di via San Secondo e servirà ad ottimizzare lo smaltimento delle acque piovane nel tratto compreso proprio fra la via in oggetto e la linea ferroviaria. 

Un’opera che l’Amministrazione potrà realizzare grazie ad una parte dell’avanzo di Bilancio. In questo modo si andranno a raccogliere le acque di largo Torino, via Tenda e, inevitabilmente, anche della sopraelevata, che non sono poche.

L’opera, una volta realizzata, prevede di ridurre i disagi causati dalle forti piogge alla parte più bassa di via San Secondo ed al centro urbano nella zona antistante il teatro comunale grazie all’allontanamento delle acque provenienti dalla Statale 20 e da largo Torino, che verranno direttamente convogliate nell’alveo del fiume Roya. L'importo complessivo per la realizzazione dello scolmatore è di circa 122mila euro. 

"Si tratta di un'opera che andrà a migliorare le condizioni generali di sicurezza di quell'area sotto l'aspetto di deflusso delle acque piovane - ha detto l'Assessore ai Lavori Pubblici Gabriele Campagna - l'Amministrazione ha lavorato su questo tema con grande attenzione nel rinnovare (lavori in via Aprosio e via Mameli, sostituzione pompe e nuova condotta di 70m) e non inficiare la rete di canali di deflusso delle acque cittadine come il canale Lorenzi che meriterebbe interventi di manutenzione straordinaria."

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore