/ POLITICA

POLITICA | mercoledì 26 settembre 2018, 12:25

Montalto Carpasio: duro 'botta e risposta' ieri in Consiglio, l'opposizione chiede l'intervento della Prefettura

La maggioranza lancia accuse di falso per alcune foto prodotte ai giornali dall'opposizione e segnala il fatto alla Procura. Si torna a parlare dei fatti relativi alla zona 'Sutu u Munte'.

Montalto Carpasio: duro 'botta e risposta' ieri in Consiglio, l'opposizione chiede l'intervento della Prefettura

Non sono mancate dure invettive e pesanti ‘botta e risposta’ tra maggioranza ed opposizione, ieri sera in un ‘caldo’ Consiglio del neonato Comune di Montalto-Carpasio.

Oggetto del contendere la diatriba tra le due fazioni, per l’angolo della zona di ‘Sutu u munte’, ovvero la pulizia di uno spazio pubblico carpasino, dove da tempo erano presenti diverse bici dei bambini e anche molte altre masserizie. Per i consiglieri comunali Davide Lupano, Damiano Corvaglia e Davide Ammirati, rappresentanti della lista 'Uno...per tutti': “Quanto accaduto ha dell’incredibile. Sono state portate via le biciclette dei bambini che da sempre vengono posteggiate lì, nella zona ‘Sutu u munte’. Il Comune avrebbe potuto avvisare prima di farle togliere. Siamo disgustati dal fatto che la pulizia sia avvenuta soltanto oggi mentre non si sia pensato a farlo prima di ieri per la Festa Patronale che ha portato tantissima gente in paese”.

Per il sindaco, Mariano Bianchi, il problema non era la sola presenza delle bici, ma di tutti gli altri oggetti che nel corso dei mesi sono stati abbandonati lì. Le biciclette sono state spostate a monte in attesa di essere trasferite in un magazzino comunale.

L’opposizione Consiliare, al termine dell’assise è un fiume in piena ed accusa duramente il Sindaco e l’intera Amministrazione: “Il primo cittadino non risponde alle interrogazioni – ha detto il Consigliere Davide Lupano e ce lo ha detto anche durante l’assise. Ora abbiamo avviato contatti con la Prefettura per chiedere un intervento, visto che è praticamente impossibile lavorare serenamente all’interno del Comune. Ci hanno già negato alcuni atti ed il peggio è l’Interrogazione che avevamo presentato il 18 agosto per discuterla ieri. Non è stata protocollata fino al 21 settembre, giorno in cui è stato convocato il Consiglio comunale e questo per non inserirla nell’ordine del giorno. Tra l’altro si tratta di un’Interrogazione importante per la segnalazione tardiva all’Inail per la chiusura dei due Comuni. Per questo sono arrivate due sanzioni ai precedenti Sindaci, pagate poi dal Comune. Secondo noi non è corretto perché dovrebbero pagarle loro (si tratta di circa 300 euro in totale)”.

Nel corso della riunione di ieri è stato tirato fuori a più riprese il decoro dei luoghi nei due centri abitati che compongono il Comune e l’opposizione punta il dito su una fotografia, pubblicata dal nostro giornale, per la presenza di alcune biciclette abbandonate, in una zona dove, secondo l’Amministrazione, non sarebbe nemmeno potuta passare un’ambulanza.

Davide Lupano non ci sta ed ha tuonato: “Il vice Sindaco ha mentito sulle biciclette, perché a noi risulta che siano state tolte da un mezzo comunale, senza nessun verbale prodotto e, nonostante l’Interrogazione presentata, non abbiamo trovato risposta. Abbiamo così preteso che venisse verbalizzato che il Sindaco non ha risposto al nostro documento. Ci hanno detto che nella zona c’è un divieto permanente mentre secondo noi c’è solo dalle 8 alle 20.

A fine seduta è stata tirata fuori una foto della zona ‘Sutu u munte’ dove secondo la maggioranza sarebbe stato prodotto un falso, con una foto inviata alle redazioni. “Ci è stato detto – prosegue Lupano - che la foto è stata data alla Procura, ma non è quella che ci è stata fatta vedere. Noi andiamo avanti su questo argomento perché, a nostro modo di vedere, possono configurarsi i reati di diffamazione e calunnia”.

Per terminare la polemica è esplosa anche quella dello scooter che era stato abbandonato in un luogo pubblico e che, dopo i controlli, è emerso che era di proprietà del Consigliere di opposizione Davide Lupano. “E’ vero – ci ha detto – ma era parcheggiata come tante altre. Era in panne ed è vero che era senza assicurazione ma non veniva usata. Quando mi è stato chiesto l’ho spostata in un garage ma questo dovrebbe essere fatto anche altri mentre alcune sono ancora adesso sul suolo pubblico”.

Il Sindaco, su questo caso, ha affermato: “Sono stato troppo buono, avrei dovuto farla rimuovere e sanzionarla. Invece ho avvertito sia Lupano che altri, per evitare ulteriori problemi”. A parte le diatribe tra maggioranza ed opposizione il Consiglio ha approvato con i voti della maggioranza, gli altri punti all’ordine del giorno: la rideterminazione delle indennità degli Amministratori, la presa d’atto della situazione della Se.Com. Spa, la convenzione tra l’unione dei Comuni di Triora, Molini e Montalto Carpasio per la gestione in forma associata del servizio di trasporto scolastico, con la delega del servizio all’unione dei Comuni delle Valli Argentina Armea.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore