/ AL DIRETTORE

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | domenica 23 settembre 2018, 10:05

1922. Il caso umano di Bianca Marvaldi fu Giovanni da Arzeno d'Oneglia tra il segretariato di Emigrazione della Società Umanitaria di Marsiglia e il Prefetto di Porto Maurizio

Il racconto di Pierluigi Casalino

1922. Il caso umano di Bianca Marvaldi fu Giovanni da Arzeno d'Oneglia tra il segretariato di Emigrazione della Società Umanitaria di Marsiglia e il Prefetto di Porto Maurizio

"Con una lettera datata 6 maggio 1922 da Gardanne (B.du Rh) il Segretariato di Emigrazione della Società Umanitaria di Marsiglia chiedeva al Prefetto di Porto Maurizio l'atto di nascita di Marvaldi Bianca, classe 1846, nativa di Arzeno d'Oneglia e da tempo emigrata a Gardanne vicino a Marsiglia, al fine di far concedere da parte del comune francese alla donna anziana priva di mezzi un sussidio sociale in base ad uno specifico trattato italo-francese.

In realtà già il 5 maggio 1915 il Comune di Chiusanico aveva rilasciato alla povera vecchia il passaporto per l'interno, ma ancora non aveva fatto tenere l'importante  anagrafico. La detta società Umanitaria sollecitava pertanto nella circostanza il Prefetto di Porto Maurizio a rivolgere vive premure allo stesso comune di Chiusanico di trasmettere al più presto al comune francese il documento relativo alla Marvaldi per concretizzare la concessione del sussidio di povertà in questione. Il Prefetto di Porto Maurizio interveniva prontamente per risolvere il caso umano e otteneva da Chiusanico l'atto richiesto in cui si leggeva che la Marvaldi era nata il 16 maggio 1846 ed era registrata presso gli atti della Parrocchia di Arzeno di Oneglia.

Casi simili non erano infrequenti in quel periodo e l'azione umanitaria di numerosi sodalizi degli italiani all'estero nella vicina Francia era ininterrotta, interessando soprattutto quei liguri di Ponente, le cui vicende si erano intrecciati con la storia politica sociale della zona.  


Pierluigi Casalino".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore