/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | venerdì 21 settembre 2018, 14:25

Imperia: presentato il progetto esecutivo della ciclabile, Scajola annuncia il piano B e tuona "Faremo azioni forti per avere ciò che ci spetta" (Foto e video)

Allungato il tracciato fino a San Lorenzo al Mare e inserita la famosa navetta da Porto Maurizio a Diano Marina

Imperia: presentato il progetto esecutivo della ciclabile, Scajola annuncia il piano B e tuona "Faremo azioni forti per avere ciò che ci spetta" (Foto e video)

Presentato questa mattina il progetto esecutivo, già inviato alla presidenza del Consiglio dei Ministri, per la realizzazzione della pista ciclopedonale che collegherà San Lorenzo al Mare a Oneglia per un tracciato di 6,7 km. Diverse le persone presenti nell'auditorium del Museo Navale tra autorità civili, militari e cittadini.

A intrattenerli con la spiegazione del progetto della Green Line l'assessore ai Lavori Pubblici Ester D'Agostino, l'ingegner Alessandro Croce, l'architetto Roberto Beniamini e il sindaco Claudio Scajola. I primi tre si sono occupati delle dinamiche tecniche con l'assessore che ha voluto sottolineare quanto il progetto miri anche al rilancio del parco urbano.

Il primo cittadino ha invece analizzato le due varianti inserite, la navetta elettrica da Porto a Diano Marina e il collegamento a ovest con San Lorenzo al Mare, e si è soprattutto soffermato, senza risparmiare importanti stoccate, sulle conseguenze del decreto milleproroghe e su un eventuale piano B che andrebbe a rivedere l'accordo con Rfi per la gestione delle aree dismesse e dell'ex sedime ferroviario.

"Noi ci auguriamo che il bando periferie, che oggi è stato sospeso con una rapina dal governo attuale, venga ridato così come da contratto firmato fra i comuni e il governo centrale. Nell’attesa di questo abbiamo comunque proceduto con il progetto esecutivo, dettagliato, trasmesso la settimana scorsa alla presidenza del consiglio in modo che un qualunque attenta valutazione non potrà che testimoniare la bontà e la realizzabilità di questo progetto. All’interno del quale abbiamo allungato verso San Lorenzo e verso Diano Marina con una navetta che riteniamo sia importante fare per garantire la mobilità in questa città e tra noi e Diano".

Sull’incontro saltato tra Anci, Associazione Nazionale Comuni Italiani, e governo per il decreto milleproroghe e sul piano B per la realizzazione della ciclabile: "Mi auguro che questa vertenza molto aspra fra i comuni d’Italia e il governo possa appianarsi e questo maltolto venga ridato ai comuni per fare ciò che hanno costruito come progettazione, impegno di spesa, professionisti e quindi costi. Faremo delle azioni forti insieme agli altri comuni coinvolti per difendere i nostri diritti, perché se si mettono in discussione le convenzioni firmate, significa che tutto è possibile. Abbiamo però anche pensato di rivedere un’intesa generale che c’era con le ferrovie dello stato sulle aree dismesse perché riteniamo che con l’utilizzo di quelle aree si possano trovare i fondi che possano permettere di fare, se non tutta, una parte della pista ciclabile".

Sull’inserimento della navetta promesso in campagna elettorale: "Gli impegni si mantengono e le promesse si mantengono. Prima di dirlo in campagna elettorale ero andato a misurarlo e avevo visto che era possibile. Diventato sindaco ne ho parlato con i progettisti che hanno fatto il loro lavoro e hanno visto che era possibile inserire anche una navetta ecologica elettrica su gomma che non interferisce con la pista ciclabile, ma che crea invece la possibilità di una mobilità veloce e certa per attraversare Imperia".

La presentazione del progetto

 

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore