/ Cronaca

Cronaca | 17 settembre 2018, 18:57

Sanremo: contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, due italiani arrestati della Polizia

L’efficace risultato ottenuto dalla Polizia di Stato si inserisce nel piano di contrasto al crimine diffuso ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti voluto dal Questore di Imperia, dr. Cesare Capocasa, che consente non solo di attuare un’efficace prevenzione a tutela della sicurezza pubblica, ma di fornire adeguati ed immediati riscontri anche di natura repressiva alla commissione di reati.

Sanremo: contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, due italiani arrestati della Polizia

La Polizia ha arrestato a Sanremo R.M. e T.L., cittadini italiani, trovati in possesso di diverse dosi di cocaina, materiale per il confezionamento dello stupefacente, bilancino di precisione oltre ad altre dosi di marijuana e hashish. Per sfuggire ai controlli il primo, già noto alle Forze dell’Ordine per i suoi specifici precedenti di Polizia nonché attualmente sottoposto ad una misura di prevenzione personale oltre che alla messa in prova per aver commesso i reati di oltraggio e resistenza Pubblico Ufficiale, aveva occultato le dosi nelle parti intime.

In particolare poi le dosi di cocaina erano 'immerse' nel riso, per proteggerle dall’umidità, segno che sarebbero state occultate all’aperto prima della consegna; è noto ormai che gli spacciatori, per sfuggire all’arresto, occultano le dosi già preparate, che vengono poi consegnate singolarmente, in modo tale che l’eventuale rinvenimento di una dose, indosso al pusher possa essere giustificata come detenzione per uso personale. Agli agenti della Squadra Mobile, tuttavia, non sono sfuggite le continue visite di R.M. in un appartamento in via Duca degli Abruzzi nella disponibilità di T.L., bloccando i due mentre ne uscivano con le sostanze stupefacenti.

L’efficace risultato ottenuto dalla Polizia di Stato si inserisce nel piano di contrasto al crimine diffuso ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti voluto dal Questore di Imperia, dr. Cesare Capocasa, che consente non solo di attuare un’efficace prevenzione a tutela della sicurezza pubblica, ma di fornire adeguati ed immediati riscontri anche di natura repressiva alla commissione di reati. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium