/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2018, 12:31

Imperia: suona la campanella dopo tre mesi di vacanza tra speranze e prime preoccupazioni (Foto e video)

Per il ritorno tra i banchi siamo andati in uno dei cuori pulsanti della didattica cittadina, il binomio storico Istituto Ruffini – Liceo Scientifico Vieusseux

Imperia: suona la campanella dopo tre mesi di vacanza tra speranze e prime preoccupazioni (Foto e video)

Suona la campanella dopo tre mesi di vacanza. Questa mattina il rientro a scuola per gli studenti imperiesi tra voglia di ritrovare i compagni e prime ansie per i voti e soprattutto per la sempreverde maturità. Prima del fondamentale esame ci saranno però 206 giorni di scuola tutti da vivere con alcune novità importanti.

Per il ritorno tra i banchi siamo andati in uno dei cuori pulsanti della didattica cittadina, il binomio storico Istituto Ruffini – Liceo Scientifico Vieusseux.  Qui abbiamo raccolto i pareri del primo giorno degli studenti e del personale scolastico.

"Rivedere gli studenti è la parte bella del nostro lavoro – spiega la professoressa Barbara Rusponi. Bisogna essere sinceri se non ci fossero loro sarebbe un lavoro abbastanza routinario e invece così è diverso ogni giorno”.

"È un anno che ci prospetta dei cambiamenti specialmente per quanto riguarda l’esame di stato e l’alternanza scuola lavoro – aggiunge il vicepreside del Liceo Scientifico Giovanni Siffredi. Da una parte dobbiamo mettere a punto quello che la norma già stabilisce, dall’altra parte attendiamo delle novità. Noi abbiamo comunque, in questi anni, cercato di prepararci sia all’uno che all’altro evento. Siamo inoltre felici perché abbiamo risolto un problema al plesso di via delle Rimembranze grazie all’impegno della Provincia. Oggi i nostri alunni sono entrati qui di fronte nelle cinque aule che l’Istituto Ruffini, generosamente, ci ha messo a disposizione. Per noi è una soluzione, anche dal punto di vista logistico, molto più pratica. Siamo vicini e per esempio risparmieremo anche qualche denaro di connessioni internet perché possiamo fruire di quella del nostro dirimpettaio”.

"Auguriamo a tutti quelli che lavorano nella scuola, non solo ai ragazzi ma anche ai colleghi e al personale, un fantastico anno scolastico ne abbiamo bisogno – dice Rusponi".
"Buon anno a tutti i ragazzi che cominciano – conclude Siffredi. Saranno accolti nell'aula magna in mattinata grazie anche al grande lavoro che ha fatto la prof. Rusponi che si occupa dell'orientamento. Posso parlare anche a nome del preside e di tutta la comunità, buon anno a tutti".

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium