/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 14 settembre 2018, 13:36

Ventimiglia: il Tribunale respinge la proposta di concordato preventivo di Aiga, duro commento di Ballestra “L’inerzia di questi amministratori rischia di far saltare un progetto virtuoso”

“A questi punti non ci si arriva per caso, ma bisogna impegnarsi molto - spiega - se è dal 2014 che esistono sentenze passate in giudicato rispetto al fatto che il legittimo gestore del ciclo integrato delle acque della provincia di Imperia si chiama Rivieracqua ed è l’unico che può mantenere l’equilibrio finanziario della gestione."

Ventimiglia: il Tribunale respinge la proposta di concordato preventivo di Aiga, duro commento di Ballestra “L’inerzia di questi amministratori rischia di far saltare un progetto virtuoso”

Il Tribunale respinge la proposta di concordato preventivo avanzata da Aiga, notizia che non è stata accolta con favore dal consigliere di minoranza del Comune di Ventimiglia Giovanni Ballestra. “La proposta non è stata ritenuta sostenibile - spiega - perché si fonda sul fatto che Aiga pagherà i fornitori, ma con soldi che le darà Rivieracqua, come valore di riscatto quando subentrerà nella gestione del servizio.” 

Nel frattempo anche quest’ultima ha chiesto il concordato preventivo: “Il giudice - continua Ballestra - ha ritenuto che non possa pagare quando è nella stessa condizione di difficoltà. Aiga dovrà quindi presentare una nuova proposta, ma la situazione non è delle migliori.”

Il consigliere d’opposizione punta ovviamente il dito contro l’Amministrazione per la gestione di questa situazione: “A questi punti non ci si arriva per caso, ma bisogna impegnarsi molto - continua - se è dal 2014 che esistono sentenze passate in giudicato rispetto al fatto che il legittimo gestore del ciclo integrato delle acque della provincia di Imperia si chiama Rivieracqua ed è l’unico che può mantenere l’equilibrio finanziario della gestione. Queste sentenze dichiaravano i ricorsi fatti da Amat e Aiga infondati. Da quattro anni ad oggi perché il comune di Ventimiglia non ha accelerato questo processo? Grazie all’inerzia di questa classe di amministratori - conclude - si rischia di far saltare un processo virtuoso indirizzato al rispetto della volontà del popolo italiano.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore