/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | venerdì 14 settembre 2018, 11:18

Giorgio Coppola è il nuovo comandante della Guardia Costiera di Sanremo, questa mattina la cerimonia a Porto Vecchio (Foto e Video)

Durante la cerimonia anche un minuto di silenzio per le vittime del crollo del ponte "Morandi" a un mese esatto dalla tragedia

Le immagini della cerimonia

Da oggi la Capitaneria di Porto di Sanremo ha un nuovo comandante.
A Porto Vecchio si è celebrata la cerimonia per il passaggio di consegne tra Vincenzo Fronte, arrivato a Sanremo nel 2016, e il neo comandante Giorgio Coppola.

Alla presenza delle massime autorità civili e militari della provincia di Imperia e del Vescovo Mons. Antonio Suetta si è celebrato l'avvicendamento con l'Inno di Mameli preceduto da un momento di raccoglimento in memoria delle vittime del crollo del ponte "Morandi" a un mese esatto dalla tragedia.

Gli unici termini che posso riassumere i miei anni a Sanremo senza sminuirli sono “meravigliosi, entusiasmanti e ricchi” oltre ogni misura - ha dichiarato l'ex comandante della Guardia Costiera di Sanremo Vincenzo Fronte - questa è una terra splendida, ricca di molte risorse e con molto potenziale ben espresso. A Civitavecchia mi porto un pensiero personale, questa è la città nella quale ho visto crescere mia figlia, un ricordo che mi porterò dietro per tutta la vita e mi porterò dietro anche l'amicizia con tutti, con la cittadinanza e le istituzioni che qui a Sanremo permettono quel clima di cordialità che fa vedere lo Stato come un unico fronte a servizio del cittadino”.

Il comandante Fronte è stato un ottimo Cicerone, mi ha permesso di conoscere questo bellissimo tratto di costa ligure - ha poi aggiunto il neo comandante Giorgio Coppola - c'è una grande cooperazione tra tutte le istituzioni e le forze dell'ordine locali. Sono onorato e contento di essere qui e farò di tutto per la collettività e per il territorio. Mi aspetto di proseguire nella cooperazione istituzionale e di essere in sinergia con il territorio e di lavorare per il bene comune, per la tutela dell'ambiente, delle risorse ittiche, del demanio marittimo e ovviamente dell'economia marittima locale per la tutela della legalità nell'uso della costa”.

Carlo Alessi - Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore