/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | giovedì 13 settembre 2018, 08:39

Imperia: a "Chi l'ha visto" il caso di Magda, la sedicenne scomparsa lo scorso ferragosto. I genitori disperati "Ci ha lanciato dei segnali che non abbiamo capito"

La giovane, dopo essersi recata al mercato per acquistare un vestito, ha chiamato la madre per dirle che a breve sarebbe tornata a casa. Da quel giorno si sono perse le sue tracce e il suo cellulare è risultato spento

Imperia: a "Chi l'ha visto" il caso di Magda, la sedicenne scomparsa lo scorso ferragosto. I genitori disperati "Ci ha lanciato dei segnali che non abbiamo capito"

Il caso di Magda, la sedicenne di Imperia scomparsa lo scorso ferragosto è stato al centro di un servizio della trasmissione ‘Chi l’ha visto’ su Raitre.

La giovane, dopo essersi recata al mercato per acquistare un vestito, ha chiamato la madre per dirle che a breve sarebbe tornata a casa. Da quel giorno si sono perse le sue tracce e il suo cellulare è risultato spento.

Magda è stata immortalata a San Lorenzo al Mare da una telecamera di sorveglianza. La ragazzina stava salendo su un autobus diretto a Sanremo. L’ipotesi è che stesse andando in Francia. Pochi giorni dopo i genitori hanno ricevuto una telefonata da un numero di cellulare olandese. Dall’altro lato della cornetta Magda li rassicurava sul fatto che stesse bene e che si trovasse con gli amici in Francia per una vacanza.

Il cellulare è stato subito dopo dismesso, e alcuni giorni più tardi la madre e il padre hanno ricevuto una strana telefonata da un altro numero “Avete un avvocato? Bisognerebbe attivare l'articolo della Farnesina”. L’ultima telefonata Magda l’ha fatta pochi giorni fa per dire che sarebbe tornata a breve, ma così al momento non è stato.

Magda, capelli ricci verdi, ma potrebbe averli anche rasati, ha 16 anni, è alta un metro e 65 centimetri. Al momento della sua scomparsa indossava pantaloni militari, scarpe nere “Globe”, 2 magliette una sopra l’altra, zaino bordeaux “EastPack”, una borsa di tela nera e ha con se una chitarra acustica. Ha un tatuaggio sul gomito sinistro con scritto “Nevermind”.

I genitori hanno raccontato all’inviato della trasmissione di alcuni segnali che col senno di poi hanno interpretato come un presagio. La figlia infatti parlava spesso delle difficoltà che incontrava con l’arte, la pittura e la musica, di cui era appassionata.

La sera prima mi ha guardato e mi ha detto ‘Ti voglio bene’, non lo faceva quasi mai”, ha raccontato la madre. Il padre, ha riferito che “Il giorno prima mi aveva toccato le braccia guardandomi negli occhi: quello era chiaramente un saluto e non l'ho capito”.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore