/ POLITICA

In Breve

lunedì 12 novembre

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 12 settembre 2018, 14:15

Milleproroghe e Bando Periferie. On. Di Muro (Lega): “Il Governo vuole salvaguardare i finanziamenti già riconosciuti ai Comuni nel pieno rispetto della legge”

"Per Imperia nessuno da Roma ha intenzione di fare un dispetto, di inficiare la sua posizione in graduatoria o di entrare nel merito del progetto"

Flavio Di Muro

Flavio Di Muro

"Ieri sera il Premier Conte ha ascoltato con grande disponibilità le istanze dell'Anci e con i sindaci presenti ha condiviso l'obiettivo di avviare un percorso per giungere alla migliore soluzione possibile e nei tempi più rapidi. La soluzione che il Governo intende adottare è quella di inserire nel primo decreto utile (successivo alla conversione del Milleproroghe) una norma che di fatto dia la possibilità di recuperare la realizzabilità dei progetti già in fase avanzata. In sostanza, questo garantirà un'agevole prosecuzione dei progetti già esecutivi, fondamentali per mettere le amministrazioni comunali nelle condizioni di garantire ai cittadini servizi e investimenti, offrendo le risorse necessarie sulla base del reale stato di avanzamento dei progetti". E' l'onorevole Flavio Di Muro che fa chiarezza sul decreto Milleproroghe e Bando Periferie.

"Purtroppo - spiega Di Muro - ci troviamo a dover mettere mano a un pasticcio del Governo precedente a guida Partito Democratico che ha comportato nella fattispecie una sentenza negativa della Corte Costituzionale. A Imperia quindi, che vede il riconoscimento di un contributo di 18 milioni di euro per la realizzazione della pista ciclabile e la riqualificazione del parco urbano, nessuno da Roma ha intenzione di fare un dispetto, di inficiare la sua posizione in graduatoria o di entrare nel merito del progetto". "Si vuole salvaguardare il finanziamento - conclude l'esponente della Lega in Parlamento - nel rispetto della legge, anche e soprattutto a garanzia degli amministratori comunali e dell'apparato amministrativo che sono tenuti a deliberare i relativi atti". 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore