/ EVENTI

EVENTI | 31 agosto 2018, 13:19

Con “Sanremo canta Napoli” la canzone partenopea torna protagonista nella Città dei Fiori (Foto e Video)

Appuntamento al Casinò dall'11 settembre

Le immagini della presentazione al Casinò di Sanremo

Le immagini della presentazione al Casinò di Sanremo

La canzone napoletana, la sua storia e la sua tradizione ritornano protagoniste a Sanremo.
Grazie all'impegno dell'associazione Sanremo in the World dall'11 settembre al Casinò andrà in scena “Sanremo canta Napoli”, 86 anni dopo il Festival della canzone napoletana.

L'iniziativa è stata presentata questa mattina nella sala “Biribissi” del Casinò di Sanremo alla presenza degli organizzatori, del Comune di Sanremo e del Teatro Ariston.

La nostra città accoglie con piacere questa manifestazione, capace di unire Sanremo e Napoli nel segno della musica e dell'amicizia - ha dichiarato l'Assessore al Turismo del Comune di Sanremo Marco Sarlo - “Sanremo canta Napoli” rappresenta un'occasione in più per valorizzare la nostra tradizione di punta guardando oltre i confini, così come solo la musica può fare. E auspichiamo che rappresenti anche la possibilità per avviare un proficuo percorso di scambio culturale e artistico con la città di Napoli”.

La cultura e la musica partenopea hanno sempre accompagnato, dagli anni '30 in avanti, le nostre proposte d'intrattenimento - ha aggiunto Giancarlo Prestinoni, direttore generale del Casinò di Sanremo - “Sanremo canta Napoli”, nato dalla sinergia tra Comune, Casinò, Teatro Ariston e Sanremo in the World, è un ritorno ad un illustre passato, guardando al futuro di tante giovani promesse. Al contempo auspichiamo che dal nostro Teatro possa ripartire un evento che valorizza una parte basilare della cultura musicale italiana, riportando a Sanremo un flusso turistico - culturale di grande rilevanza”.

Il piacere e l'onore del teatro Ariston di partecipare ad un progetto nuovo “Sanremo canta Napoli” con radici antiche e profonde che nel nome di Sanremo concentra la fantasia di Ilio Masprone le eccellenze del Casinò e del nostro territorio - ha concluso Walter Vacchino, patron del Teatro Ariston - Sanremo ribalta internazionale per promuovere e valorizzare il panorama musicale di Napoli, crogiolo di sonorità e generi, civiltà del nord e del sud, dell'Occidente e dell'Oriente, per dar vita all'incontro di parole e note contraltare ad un Europa che sia una società di persone e non di capitali”.

Dall'11 al 15 settembre a Sanremo si terranno le semifinali e le finali del 1° concorso per brani inediti in lingua napoletana.
L'evento rientra nel progetto “Sanremo canta Napoli” che comprende cinque fasi diverse.
Da martedì 11 settembre (alle 21) al Teatro dell'Opera del Casino Municipale, il concerto degli Abba Celebration, band italo-svedese, autorizzata dagli originali Abba, che sta girando l'Italia (ma è stata anche a Monte Carlo e Cannes il mese scorso) con uno spettacolo straordinario.
Costo del biglietto: € 20 1° settore; € 15 2° settore; € 10 galleria: prenotazioni dirette al botteghino del teatro.

Si prosegue con semifinali e finale del 1° concorso “Sanremo canta Napoli” che prevede: mercoledì 12 e giovedì 13 esibizione dal vivo (su basi musicali, alle 21) dei 20 nuovi talenti, 10 per sera (scelti tra 86 iscritti via internet) selezionati dalla commissione d'ascolto presieduta da Marinella Venegoni de La Stampa di Torino.
Nella terza serata di venerdì 14 la finalissima con l'esibizione dei 20 nuovi talenti, ma soltanto con i propri inediti.
Nelle due serate precedenti invece interpreteranno ognuno due brani: una cover (scelta da loro) e dopo l'inedito, tutto in “lingua” napoletana.

La caratteristica del Festival Napoletano che, ricordiamo, è nato nel 1932 al Casinò di Sanremo, è che i premiati saranno tre ex aequo, tutti gli altri 17 a pari merito.
Prezzi d'ingresso: € 20 1° settore, € 15 2° settore, € 10 galleria, previsti speciali abbonamenti per le quattro serate del Casinò. 

Per l'Ariston prenotazioni sul sito: www.aristonsanremo.com.

Sabato 15 settembre alle 17,30 sulla scalinata esterna della casa da gioco defilè di moda curato dalla Confartigianato Imprese Piemonte capofila Biella con il suo presidente Cristiano Gatti che sarà anche il conduttore con Ilaria Salerno.
Alle 19 apericena con le modelle, i 20 finalisti del concorso, gli artisti e la stampa al  “Biribissi” al primo piano del Casinò. 
Botto finale alle 21 al Teatro Ariston il primo Gran Gala della Canzone Napoletana della storia sanremese con il ritorno a Sanremo della grande Miranda Martino alla quale due settimane fa il giornale “Di più” ha dedicato, insieme al progetto “Sanremo canta Napoli”, ben cinque pagine.
Con lei Gianni Nazzaro, Franco Fasano, Manuela Villa, Pietra Montecorvino, Mario Tessuto, Irene Fargo e Mario Maglione, che la critica indica come l'erede di Roberto Murolo.
Per finire in bellezza e bravura Lisa, vincitrice del programma “Ora o mai Più” su Rai 1.
A tenere le fila delle ultime due serate l'attrice napoletana Marisa Laurito, che sarà anche la presidente di giuria del concorso, assieme a Dario Salvatori (critico musicale di Rai Uno), al cantautore Franco Fasano, al direttore d'orchestra napoletano Adriano Pennino e alla curatrice d'immagine Renata Roattino.
Alcuni artisti saranno accompagnati al pianoforte dal maestro Reddy Bobbio, presentatore ufficiale delle serate il giornalista inviato speciale de “La Vita in Diretta” Massimo Proietto sarà a Sanremo per tutto il periodo del Festival insieme a Dario Salvatori, in qualità di co-autori, con il direttore artistico, nonché ideatore del progetto, “Sanremo canta Napoli” Ilio Masprone, mentre il capo progetto istituzionale è l'ex Rai Mario Maffucci.

Il programma delle serate vedrà anche altri ospiti durante il corso dello svolgimento a cominciare dalla danzatrice del ventre, la giovanissima oriental-sanremese Dalidà, all'altrettanto giovane soprano di Torino Emanuela Carotenuto che interpreterà arie napoletane storiche, alle gemelle della danza italiana Virginia e Ginevra De Masi, napoletane doc, allieve del Teatro San Carlo di Napoli, che danzeranno su musiche di Puccini. 
Tra le sorprese delle serate la scuola di ballo Città di Sanremo di Luisella Vallino (con nuova sede in piazza Colombo) aprirà il sipario con sigle musicali, con 10 ballerini e ballerine, dedicate allo scomparso Pino Daniele.

Va sottolineato che il progetto è stato sostenuto anche dal C.D.A. del Casinò Municipale, nelle persone del Consigliere del Cda Olmo Romeo, Presidente di Federgioco, e del Direttore Generale Giancarlo Prestinoni.
Apprezzamento per il progetto è stato espresso dall'Assessorato alla promozione del turismo e calendario manifestazioni del Comune di Sanremo Marco Sarlo.

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha invitato il suo collega di Napoli, Luigi De Magistris a presenziare alla serata della finalissima, dedicata alle premiazioni.

Manuela Poletti, amministratore della società Sanremo in the World, organizzatrice tecnica dell'inedito evento, sorprenderà presentando una seconda manifestazione attinente alle manifestazioni collaterali al Festival di Claudio Baglioni del febbraio prossimo.
Tutte le serate saranno trasmesse sulla Tv nazionale Rete Capri nella settimana successiva all'evento.
Anche in quest'occasione Michele Affidato, artigiano orafo, realizzerà tutti i premi che verranno consegnati ai nuovi talenti e non solo.
Infine, nella sala “Biribissi” del Casinò di Sanremo, durante le giornate del Festival, sarà allestito il servizio di catering a disposizione per gli accreditati e sarà curato dalla New Generation.
La segreteria e l'ufficio stampa di “Sanremo canta Napoli” saranno allestiti presso l'hotel Europa, di fronte al Casinò.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium